15enne chiede aiuto dopo stupro: violentata di nuovo

By | 12 dicembre 2017

Orrore in India, dove un’altra minorenne è stata sottoposta a pesanti abusi. Una storia disumana quella accaduta sabato scorso a Lucknow, nell’Uttar Pradesh. Una 15enne sopravvissuta alla leucemia è stata stuprata da due uomini. Dopo le violenze, la ragazzina ha chiesto aiuto a un uomo. Questo l’avrebbe  a sua volta violentata con la scusa di soccorrerla. Episodio raccapricciante che dimostra la grossa dose di inciviltà e crudeltà presente in India, dove sembra che stuprare sia ritenuta un’azione normale e lecita.

Tanta paura e dolore

La 15enne indiana ha provato molto dolore e paura. Un dolore più forte addirittura di quello che le aveva provocato la sua brutta malattia. La piccola è stata in balia di due energumeni e, dopo lo stupro, ha creduto che quell’uomo potesse aiutarla. Invece no. Anche lui era uno stupratore. In cambio dell’aiuto, l’ha sottoposta a pesanti abusi.

La Polizia ha arrestato due stupratori: uno lavora in un cantiere edile.

Se non fossero accadute veramente, storie del genere potrebbero far parte di film dell’orrore.

Lo stupro subito dalla bimba di 5 anni

Ha destato scalpore, nelle ultime ore, anche la storia della bimba di 5 anni che, domenica scorsa, è stata violentata. Nelle sue parti ‘intime’ è stato trovato un pezzo di bastone lungo 16 cm.

La piccola era stata portava via dalla sua abitazione di notte. Dopo lo stupro, è stata uccisa.

Il cadavere della bimba indiana è stato ritrovato in una zona non molto distante dalla sua abitazione. A lanciare l’allarme erano stati i genitori, preoccupati per non averla trovata nel suo letto, di mattina.

Dov’è finita l’umanità?

Non passa giorno senza riportare casi così osceni, così crudeli, che portano a riflettere sull’umanità nel mondo. Esiste ancora?

Si indaga intanto sul triplice stupro ai danni della 15enne dell’Uttar Pradesh. Sembra che, dopo aver subito violenze anche dal soccorritore, la ragazzina abbia percorso 2 miglia a piedi prima di raggiungere la sua casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.