31mila dollari per riportare cane negli Usa dal Giappone

By | 4 aprile 2018

cane-giappone-usa-george-washingtonIl proprietario di un mastino inglese che pesa circa 100 kg potrebbe essere costretto a pagare 31mila dollari per riportare il suo cane negli Stati Uniti. Sembra che la United Airlines abbia deciso di sospendere il suo programma di viaggi per animali domestici. Il cagnolone che deve tornare negli Usa si chiama George Jefferson. La guardia costiera Jennifer McKay, membro delle forze armate americane a Yokota, non molto distante da Tokyo, aveva sborsato 3200 dollari per portare il suo cane in Giappone, 2 anni fa, mediante il servizio di trasporto aereo della United.

United sospende il servizio

McKay aveva pensato che avrebbe potuto riportare negli Usa con le stesse modalità il suo amico a 4 zampe, una volta terminato il suo incarico. La United però ha deciso la scorsa settimana di sospendere il servizio di trasporto di animali domestici, poiché un cane è morto durante un volo da Houston a New York, e 3 cani sono stati inviati in destinazioni non corrette: un cane era stato spedito in Giappone anziché in Kansas.

La United ha spiegato con una dichiarazione sul suo sito web che la sospensione del servizio consentirà una revisione sistematica delle spedizioni di animali domestici. La procedura dovrebbe terminare il prossimo 1 maggio 2018.

Opzioni finanziariamente irragionevoli

‘Sono un socio e genitore che sta cercando di tornare a casa negli Stati Uniti con il mio cane e mio figlio. Le alternative per farlo sono finanziariamente irragionevoli, ma il mio cane è la mia famiglia e non lo lascerò lì’, ha raccontato la McKay, a cui è stato affidato un nuovo incarico a Washington, che inizierà il prossimo giugno. L’interruzione del servizio ha reso difficile la vita dei militari americani con animali domestici. Questi infatti sono rimasti bloccati a Guam. La United è l’unica compagnia aerea americana che permette di trasportare gli animali da e verso la terraferma.

loading...

‘Esistono altre opzioni per il trasporto di animali domestici dal Giappone, ma quando si tratta di animali di grandi dimensioni possono essere costose e scomode. Solo United e All Nippon Airways offrono voli diretti da Tokyo a Houston. ANA ha detto che poteva portarlo con sé, ma la sua stazza è troppo grande e avrebbe occupato più di un pallet, quindi dovrebbe pagare un extra. La tassa di ANA per il trasporto di George è di circa 31mila dollari, 10 volte di più di quanto era costato portarlo in Giappone’, ha detto la McKay.

‘Un volo di comando della mobilità aerea, la tipica modalità con cui i militari trasportare i loro animali domestici da e per il Giappone, non è un’opzione. Il comando imposta un peso massimo di 68 kg, incluso il corriere dell’animale domestico, e viaggia solo fino a Seattle. Molte compagnie aeree, come Japan Airlines, Delta, American, Alaska, Cathay Pacific, EVA Air, Singapore Air e Air Canada, si rifiutano di trasportare i mastini inglesi a titolo definitivo’, ha aggiunto la McKay, che ha consultato anche Federal Express e United Parcel Service. Purtroppo UPS non spedisce mammiferi e FedEx spedisce animali vivi solo tra aziende.

George potrebbe essere trasportato da diverse compagnie aeree asiatiche, europee e mediorientali ma, secondo la McKay, i tempi di volo sono troppo lunghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *