41enne non vuole più uscire dal carcere: “Fatemi restare”

By | 14 novembre 2017

Storia incredibile oggi che arriva da Fiume, dove una 41enne non vuole più uscire dal carcere e chiede: “Fatemi restare”!
Si, avete capito bene, una detenuta che a dispetto della libertà ottenuta, chiede di restare ancora in carcere , per almeno atri 30 giorni, per riacquistare il suo peso forma! Questa infatti l’incredibile motivazione che spinge Branka Virant, di anni 41, a chiedere di poter restare ancora in carcere. Ma andiamo a scoprire tutti i dettagli di questa incredibile storia …

Condanna in carcere per furto

Questa è la storia di Branka Virant, una cittadina slovena di 41 anni, residente a Lubiana, sospettata di furto, che negli ultimi tre mesi si trova in stato di carcerazione preventiva a Fiume.
In carcere con l’accusa di furto, Branka Virant non vuole più uscire, per il fatto che, come dalle su parole: “Qui posso dimagrire” e spiega “Mi basterebbe altri 30 giorni di reclusione e arriverei al mio peso forma” quindi chiede “fatemi restare!”.
Questa l’assurda motivazione che ha spinto la detenuta Branka Virant a chiedere al giudice di prolungare la carcerazione, ma a quanto pare, la donna dovrà continuare la sua dieta fuori dal penitenziario.

La scarcerazione

Branka Virant doveva essere scarcerata, ma la detenuta ha chiesto con estrema insistenza al giudice di restare ancora dietro le sbarre, per almeno un altro mese, per poter dimagrire e recuperare così il suo peso forma!
La surreale vicenda raccontata da “Il Piccolo”, vede infatti la cittadina slovena Branka Virant, chiedere il prolungamento della sua pena, come dalle sue parole al giudice Mladenka Paro Rudić del Tribunale di Fiume: “Qui in carcere sto benone, le carceri fiumane mi hanno ridato un fisico tirato a lucido, sono dimagrita di ben 5 chili.” e quindi quanto alla sua richiesta “Ancora 30 giorni di reclusione e arriverei al mio peso forma”.
Purtroppo però il giudice non ha potuto andarle incontro, come ha spiegato in modo chiaro alla detenuta: “Lei è stata arrestata perché accusata di furto in due rivendite” ed ha aggiunto “per legge, se la sua colpa sarà provata, potrà vedersi comminati fino a un massimo di tre anni di reclusione. Questo significa che la custodia cautelare può durare non più di tre mesi.” e quanto alle date ha chiarito “Dato che lei è stata incarcerata il 19 agosto scorso, dovrà giocoforza uscire dal carcere giudiziario fiumano il 19 novembre, domenica, per poi difendersi a piede libero durante il processo”.

A dieta fuori dal carcere

Insomma, Branka Virant dovrà quindi continuare la sua dieta dimagrante fuori dal carcere!
Arrestata dopo essere stata ripresa dalle videocamere di sorveglianza di due centri commerciali di Fiume, mentre rubava dei profumi di lusso, del valore di m 11mila kune, pari a circa 1.500,00, con la sua permanenza in carcere, aveva iniziato a godere di ottimi e salutari, pasti.
Quello di Branka Virant non è comunque il primo caso di un detenuto che chiede ad un giudice di prolungare la sua carcerazione, a dispetto dell’acquisito diritto della libertà, anche se nella maggioranza dei casi, la richiesta è legata a questioni di indigenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *