‘Stop agli abusi sui bambini’: il lodevole progetto di Menarini

By | 28 aprile 2017

Stop alle violenze sui minori: Menarini promuove un interessante progettoTroppi bimbi abusati in Italia. Le stime parlano di circa 80.000 minori violentati ogni anno. Si tratta, appunto, di stime. La verità è che nel Belpaese i piccoli sottoposti alle violenze sono molti di più. I dati diffusi riguardano solo gli abusi segnalati. Ci sarebbe, infatti, un ‘sommerso’ incredibile. Solo un bimbo su tre ha il coraggio di chiedere aiuto e far venire alla luce episodi agghiaccianti.

Il progetto partirà da Napoli

Proprio per arginare la tremenda piaga degli abusi sui bimbi, Menarini ha voluto promuovere un interessante progetto, denominato ‘Stop agli abusi sui bambini’. Partecipano all’iniziativa anche la Federazione italiana medici pediatri e la Società italiana di pediatria. Lo scopo è favorire la programmazione di corsi di formazione e sensibilizzazione per medici, in modo da aiutarli ad individuare subito i tipici indizi di violenze sui minori. Il progetto toccherà molte città italiane e partirà da Napoli. Il gruppo Menarini ha già stanziato un milione di euro. Lo scopo precipuo è indottrinare gran parte dei medici e pediatri italiani sul campo degli abusi sui minorenni. Insomma, i pediatri devono essere in grado di scoprire se un bimbo è vittima di abusi o meno. ‘I pediatri che seguiranno i corsi diventeranno un punto di riferimento’, ha dichiarato Luigi Nigri, coordinatore del progetto per Fimp, auspicando che l’iniziativa servirà a ‘liberare’ molti piccoli dalle grinfie di energumeni.

Mille casi di abusi sui minori ogni anno

Ogni anno, in Italia, vengono denunciati solo mille casi di abusi sessuali sui minori. Si tratta solo della punta dell’iceberg perché, ovviamente, le piccole vittime sono molte di più. Le violenze avvengono solitamente tra le mura domestiche e spesso l’orco è un familiare. Maltrattamenti e violenze fisiche e psicologiche rappresentano il 50% degli abusi. Il problema è che poche volte gli abusi vengono alla luce. In Campania 900 minorenni rischiano di finire nella rete degli abusi sessuali mentre 9000 potrebbero essere picchiati o sottoposti a violenze psicologiche.

Massimo Ummarino, membro del gruppo maltrattamenti e abusi Sip Campania ha dichiarato che si lavorerà insieme al Garante per assicurare, finalmente, l’attuazione della normativa sulla prevenzione degli abusi e dei maltrattamenti che, sinora, è stata ignorata. La Campania è senza dubbio una delle regioni italiane dove vengono violentati più bimbi. Tutti ricorderanno, ad esempio, il caso della piccola Fortuna. Ci sarebbero delle zone da ‘bollino rosso’, come il Parco verde, a Caivano, e il quartiere Salicelle ad Afragola. Lucia e Giovanni Alberto Aleotti, rispettivamente presidente e vicepresidente del Gruppo Menarini hanno dichiarato che Napoli è stata scelta come prima tappa del progetto proprio per l’elevato numero di abusi sui minori. Si vuole creare un pool efficiente di pediatri e medici che dovranno scoprire subito le piccole vittime di abusi. Un progetto interessante, unico nel suo genere, che fa onore all’Italia. E chissà se, in futuro, altri Paesi non seguiranno l’esempio italiano.

Bisogna ricordare che ogni bimbo ha una sua indole e un suo carattere, quindi le reazioni dei piccoli, in caso di abusi, sono differenti. Ne deriva che non sussiste una sorta di ‘sindrome del bambino abusato’. Non è possibile altresì delineare una precisa sintomatologia delle piccole vittime di abusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.