Abusi in parrocchia: don Carmelo Perrello sospeso dalla funzione pastorale

By | 6 dicembre 2017

Un’altra storia che non fa certo bene alla reputazione della Chiesa. Don Carmelo Perrello, parroco di San Gregorio (Reggio Calabria) è stato sollevato dalla sua missione pastorale dall’arcivescovo. Il sacerdote avrebbe infatti abusato di molti minori. A  don Perrello è stato anche notificato dalla Procura il decreto di perquisizione per rapporti sessuali con minorenni e detenzione di materiale pedopornografico. L’arcivescovo, sebbene le indagini siano agli inizi, ha deciso di allontanare don Perrello dalla parrocchia. Una misura con finalità cautelative.

Arcivescovo chiede scusa alle presunte vittime

La raccapricciante notizia è stata pubblicata dall’Avvenire di Calabria. Nel giornale stampato dalla Curia vescovile di Reggio Calabria si legge che l’arcivescovo ha già chiesto scusa alle presunte vittime, ‘chiedendo perdono per l’eventuale male arrecato’.

Le indagini coordinate dalla Procura di Reggio Calabria sono iniziate dopo la segnalazione, da parte di alcuni fedeli, di strani atteggiamenti del parroco.

La parrocchi di San Gregorio non dista molto dall’aeroporto di Reggio Calabria. Adesso la comunità è incredula. Don Carmelo Perrello era stimato da tutti fino a poco tempo fa.

La sospensione del parroco di Succivo

Ancora uno scandalo che vede protagonista una persona che veste l’abito talare. Nei giorni scorsi la Diocesi di Aversa ha sospeso dalla funzione pastorale un parroco di Succivo, dopo che proprio quest’ultimo aveva sporto una denuncia per estorsione.

Il parroco di Succivo sarebbe stato ricattato da due ragazzi con cui avrebbe consumato rapporti ‘intimi’.

I giovani avrebbero chiesto al sacerdote 20mila euro. In caso contrario avrebbero diffuso un filmato che mostra il parroco mentre fa l’amore con loro.

Presunti abusi anche a Lecce

Non è stato ancora sospeso dall’incarico, né trasferito il parroco di Lecce che avrebbe abusato di una ragazzina. Secondo gli investigatori, la madre della minore era a conoscenza degli abusi ma non aveva mai sporto denuncia. A farlo è stato un familiare della vittima. Non è escluso che il parroco abbia consumato rapporti ‘intimi’ anche con la madre della minore, che ora si trova in una struttura protetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *