Acquisti

Acqua Sant’Anna ha un odore nauseante, il ritiro di Auchan

L’acqua Sant’Anna venduta negli store Auchan ha un pessimo odore. Dopo numerose segnalazioni, il noto colosso alimentare ha deciso di ritirare il lotto L7012NOH dell’acqua minerale Sant’Anna, quello che scade il 15 gennaio del 2019. Molti consumatori hanno lamentato un cattivo odore dell’acqua. Auchan, sul suo sito, ha avvisato la clientela del ritiro del suddetto lotto, invitando chi fosse in possesso delle bottiglie pericolose di riportarle subito nei punti vendita per la sostituzione o il rimborso.

Probabile alterazione organolettica dell’acqua

Auchan, sul suo sito, ha spiegato che l’odore sgradevole potrebbe dipendere da una ‘alterazione organolettica’. Ovviamente, chi ha acquistato l’acqua incriminata non deve assolutamente berla. Il contenuto di molte bottiglie d’acqua Sant’Anna, dunque, aveva un odore e sapore sgradevole. Il ritiro è stato disposto da Auchan lo scorso 3 febbraio 2017, a seguito delle segnalazioni provenienti da diverse zone d’Italia. La Fonti di Vinadio Spa, comunque, ha dichiarato che non sono stati accertati casi di contaminazione o malesseri conseguenti al consumo dell’acqua.

Non bisogna preoccuparsi

Le alterazioni dell’odore e del sapore dell’acqua Sant’Anna potrebbero essere dipese, secondo la Fonti di Vinadio Spa, dagli sbalzi di temperatura oppure dalla conservazione. L’azienda, comunque, ha invitato i consumatori a non allarmarsi. Chiunque volesse ottenere maggiori informazioni a riguardo può tranquillamente chiamare il servizio clienti. Il ritiro concerne solo il suddetto lotto di bottiglie da 1,5 litri commercializzato da Auchan. Non si sono riscontrate anomalie nelle bottiglie vendute da altre aziende.

Le bottiglie d’acqua di plastica sono salutari?

Negli ultimi anni, sempre più persone bevono acqua contenuta in bottiglie di plastica. Siamo sicuri, però, che tale trend sia così salutare? Molti si concentrano sulle proprietà organolettiche ma non sugli effetti della plastica sull’organismo umano. L’acqua contenuta nelle bottiglie di plastica fa bene o male? Sebbene il PET contenga sostanze nocive, non ci sarebbero pericoli per la salute perché le quantità di tali composti chimici che vanno a finire in acqua sono modeste. Chi, comunque, vuole evitare i rischi può optare per soluzioni più salutari.

Quali sono le opzioni salutari alle bottiglie di plastica? Le bottiglie di vetro, i contenitori e i filtri che permettono di depurare l’acqua. Se proprio non si può fare a meno delle bottiglie d’acqua di plastica sarebbe bene seguire delle ‘best practice’ per ridurre al minimo i pericoli. Innanzitutto, quando si è svuotata, la bottiglia non andrebbe riempita: le sostanze nocive presenti nel PET, infatti, fanno a finire prima nell’acqua e, di conseguenza, nell’organismo umano. Senza contare i funghi e i batteri che finiscono sulla plastica. Importante, inoltre, è conservare le bottiglie di plastica in luoghi freschi e asciutti per evitare la dispersioni di composti pericolosi come formaldeide e acetaldeide.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.