Allatta la figlia e va in coma, Chiara Baglioni morta a 30 anni

By | 20 ottobre 2017

Pisa: allatta e muore, aneurisma fatalePrima la gioia per la nascita della figlioletta Eleonora, arrivata dopo 7 anni dalla nascita del primogenito, poi la morte. Chiara Baglioni, 30enne di Pisa, ha accusato un malore mentre stava allattando la figlia di soli 20 giorni. ‘Mi sento male, mi stendo un attimo’, avrebbe detto; poi è caduta in coma e nessuno, neanche i soccorritori, è riuscito a salvarla. Chiara lascia il marito, i due figli e tanti parenti e amici. La 30enne era una persona solare e buona che aveva ancora tanto da vivere. A stroncarla sarebbe stato un violento aneurisma.  Il marito di Chiara, Dario Lenzini, è devastato. Non riesce ancora a credere che sua moglie sia morta. Dario amava tanto Chiara, con cui aveva avuto due figli. La piccola aveva incrementato la felicità in famiglia. Dopo tanta felicità, è arrivato il buio, sono arrivate le tenebre nella famiglia Lenzini. La Baglioni si era messa ad allattare la figlioletta, come faceva ormai da una ventina di giorni, ma all’improvviso si è sentita male, si è stesa sul letto ed è ‘sprofondata’ in un coma profondo da cui non si è mai risvegliata.

Il marito è triste e distrutto

Dario Lenzini era al settimo cielo prima della morte della moglie. Era felice per la nascita della secondogenita e per la vita privata e professionale. Lenzini, ex giocatore della Lucchese, aveva aperto, tempo fa, un centro di fisioterapia a Vecchiano (Pisa), nei pressi dell’Ufficio postale. All’inaugurazione c’erano anche Chiara e il primogenito.

Adesso sono in lutto due paesi: Orzignano, dove viveva Chiara, e Vecchiano. I sindaci dei due paesi si dicono vicini alla famiglia di Chiara in questo difficile momento. La trentenne lavorava in uno studio dentistico. Era sempre allegra e gioiosa. Non sono parole di circostanza ma quelle proferite nelle ultime ore da chi ha avuto la fortuna di conoscerla.

Chiara era una donna ‘bellissima e dolcissima che tutti si incantavano a guardare non appena la vedevano’. Un aneurisma l’ha portata immediatamente via ai suoi cari. Un malore che non ci voleva. La donna era stata subito ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cisanello di Pisa ma ogni operazione per salvarla si è rivelata inconcludente. Nelle prossime ore, il personale sanitario del nosocomio pisano cercherà di scoprire l’esatta causa del decesso della Baglioni, anche se non sembrano esserci dubbi sull’aneurisma.

Maledetto aneurisma!

L’aneurisma stavolta ha stroncato una donna che aveva partorito da una ventina di giorni. Una donna che stava svolgendo uno dei gesti più intimi, delicati e amorevoli al mondo. Chiara allattava. L’aneurisma, purtroppo, è impietoso e insidioso. Forse non tutti sanno che la malattia colpisce, ogni anno, 10-15 persone ogni 100.000 abitanti.

Attori e personaggi famosi sono stati colpiti in passato dall’aneurisma; basta ricordare Sharon Stone, la star di ‘Basic Instinct’. Di aneurisma si parla poco, eppure dovrebbe essere maggiormente al centro dei dibattiti perché è una malattia deleteria. Si verifica un aneurisma, in soldoni, quando scoppia una specie di bolla sulla parete di un’arteria celata nel cranio. Oggi la microchirurgia permette di evitare tragedie ma, come visto nelle ultime ore, i decessi non sono del tutto evitabili. Secondo gli esperti, solo un terzo dei pazienti colpiti da aneurisma ha un recupero completo, quindi può tornare alla vita di sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *