Cronaca

Amanda Knox incasserà oltre 9mila dollari per parlare di Meredith

Amanda Knox pagata per raccontare il caso Meredith KercherQuello di Meredith Kercher è stato uno degli omicidi più misteriosi avvenuti in Italia negli ultimi anni. Chi ha ucciso la ragazza inglese che si trovava a Perugia per studiare? I giudici all’inizio avevano pensato che i responsabili fossero Amanda Knox e Raffaele Sollecito, poi hanno cambiato idea. La coppia è tornata libera. La Knox, dopo aver passato molto tempo in prigione, è tornata negli Usa ed ha iniziato una nuova vita, rilasciando molte interviste. Tante dichiarazioni e tante rivelazioni sull’omicidio di Meredith, ma ancora ci sono molti punti da chiarire. Adesso Amanda Knox ha deciso di farsi pagare per raccontare la storia, per parlare del caso che nel 2007 scosse l’Italia, e non solo.

Tour a pagamento

Amanda Knox incasserà più di 9mila dollari per ogni conversazione sul caso Kercher. La giovane americana, in sostanza, ha intrapreso una sorta di tournée nei college statunitensi. Un tour a pagamento durante il quale parlerà della sua esperienza a Perugia, quando venne uccisa Meredith.

Dietro al tour della Knox ci sarebbe un contratto siglato dalla stessa americana e un’agenzia che gestisce le sue conversazioni nei college.

L’indignazione dei parenti della Kercher

La scelta di Amanda Knox è stata criticata dai parenti di Meredith. L’avvocato della famiglia Kercher ha detto: ‘Knox dovrebbe pensare alla sua vita senza tornare continuamente su questo caso dal quale ha solo da trarre profitti, in termini di fama e denaro’.

‘Sono stata dipinta come il diavolo’

Nel corso di una conversazione presso il Roanoke College, in Virginia, la Knox ha dichiarato: ‘Sono stata dipinta come il diavolo. Tutto quello che è stato detto su di me non importa. L’unica cosa che conta è la verità. Se ho imparato qualcosa da questa esperienza è che la verità non si può nascondere ignorando la realtà. La domanda non è se qualcosa di male ti accadrà, ma come tu reagirai’. Amanda ha precisato che non si sarebbe mai aspettata un trattamento del genere in Italia.

La Knox è tornata a condurre una vita normale, senza pensieri, ed ora vuole anche lucrare sul caso Kercher. E gli altri protagonisti della triste storia? Beh, sembra che non se la passino bene.

La vita misera di Patrick Lumumba

Patrick Lumumba, uno degli accusati, ha affermato che, dopo l’uccisione di Meredith Kercher, la sua vita è cambiata in peggio: è stato costretto a vendere Le Chic, il suo locale perugino, dove Amanda lavorava come cameriera.

Dopo aver chiuso il locale, Patrick si è dovuto arrangiare facendo il dj nei locali. Lumumba è un bravo dj ma un giorno il proprietario di un locale gli ha detto: ‘Tu sei bravo Patrick, ce ne sono pochi come te. Ma è come se fossi marchiato. Vieni da una brutta storia, anche se non c’entri niente’.

Patrick, dopo il delitto Kercher, aveva passato 15 giorni in carcere ed era stato attaccato dalla Knox; poi la libertà. Oggi Lumumba vive in Polonia con la famiglia, ma non è semplice sbarcare il lunario. Recentemente ha detto: ‘Non ho più un soldo. Tutto per colpa di lei (Amanda Knox, ndr)’.

Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati assolti nel 2015 per non aver commesso il fatto. Eppure tanta gente crede che siano loro gli assassini. Chissà…

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.