Ancona, bambino di 5 anni strangolato a mani nude: padre indiziato

By | 5 gennaio 2018

Ancona bimbo morte padreMistero ad Ancona sulla morte di un bimbo di 5 anni. Il piccolo era per terra, nella cucina della sua abitazione, quando i soccorritori l’hanno trovato, cercando poi di rianimarlo in ogni modo. Niente. Il bimbo è spirato. La madre, incinta, è sotto shock. Quando ha appreso la notizia si è sentita male ed è stata subito trasportata all’ospedale. Il principale indiziato della morte del bimbo, per ora, è il padre, un 24enne di origini macedoni. Sarebbe stato lui, secondo gli inquirenti, a soffocare il minore con le sue stesse mani. Sul collo del piccolo ci sono segni che lo fanno intuire.

Macedone interrogato

Un bambino per terra, in cucina, in un appartamento di Cupramontana. Un bimbo che muore. E forse è stato il padre ad ucciderlo.

Il macedone è stato sottoposto a un lungo interrogatorio nella caserma dei carabinieri. L’uomo è stato sentito anche dal pm Valentina Bavai.

I soccorritori hanno ricevuto ieri, alle 18.15, la segnalazione di un bimbo con problemi respiratori. Dapprima a parlare era stato uno straniero, che non si sapeva far capire bene; poi, un’altra persona è riuscita ad esprimere in italiano quello che voleva dire.

Nella casa dove viveva il bambino di 5 anni sono arrivate immediatamente l’ambulanza della Croce Verde e l’automedica.

Rianimazione durata 40 minuti, poi la morte

Il personale sanitario ha provato a rianimare il bimbo, senza sensi, per terra. Dopo 40 minuti, gli operatori hanno dovuto desistere; si sono arresi alla forza della morte.

La madre del minore è incinta e la notizia del decesso del figlio l’ha sconvolta. Gli operatori del 118 l’hanno dovuta trasportare all’ospedale di Jesi. Oltre alla piccola vittima, la donna ha un altro figlio.

Il papà del bambino è il principale sospettato dell’omicidio. Dalle prime analisi del medico legale emerge che il minore è stato soffocato.

Gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza sulla vicenda, indagando anche sulla vita della famiglia macedone. Il padre della piccola vittima, a quanto pare, ha problemi psichiatrici ed è disoccupato.

Disposta l’autopsia

Gli investigatori hanno effettuato esami anche sulla vettura dell’uomo che, in base alla valutazione del medico legale, ha strangolato il figlio a mani nude.

Solo l’esame autoptico, che verrà svolto nelle prossime ore, potrà consentire di scoprire l’esatta causa della morte del bambino di 5 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *