Andava a 696 km/h secondo l’autovelox: automobilista multato

By | 7 maggio 2018

Multa per eccesso di velocità: 696 km/h! Errore autoveloxUn automobilista belga è stato multato perché, secondo l’autovelox, aveva percorso, con la sua auto, un tratto di strada a 696 km/h. L’uomo è rimasto sconcertato quando ha aperto una busta ed ha notato la multa. Secondo l’autovelox della Polizia di Quievrain, vicino al confine francese, avrebbe sfrecciato a quasi 700 km/h. Ovviamente si è trattato di un errore madornale, anche perché la vettura dell’automobilista belga, un’Opel Astra, non è in grado di lambire tale velocità.

Lo stupore dell’automobilista belga

Secondo il tabloid belga La Province, l’automobilista trentenne ha stropicciato gli occhi quando ha visto quella multa. Lui possiede solo una Opel Astra, vettura che non riesce assolutamente a raggiungere tali prestazioni sulla strada.

Il giornale Voix du Nord ha scritto che sulla multa la velocità è stata ridotta a 654,24 km/h a titolo di tolleranza in occasione della violazione della normativa sui limiti di velocità. L’automobilista belga però non ha mai violato nessun limite, né tantomeno lambito una velocità fantastica del genere. Come avrebbe potuto farlo con una Opel Astra?

Poliziotti hanno riconosciuto l’errore

Sbigottito e sconcertato, il trentenne belga si è subito recato presso la stazione della Polizia per avere delucidazioni. Gli agenti hanno subito riconosciuto l’errore, non sapendo spiegarsi come ciò possa essere accaduto.

L’automobilista, nonostante la paura e il tempo perso, l’ha presa con umorismo postando su Facebook la foto della multa. Il post ha ricevuto tantissimi commenti e condivisioni.

Sembra proprio che anche gli autovelox del Belgio, spesso, facciano cilecca. I poliziotti hanno assicurato all’automobilista perplesso che cancelleranno la multa.

Multe ed errori a Milano

L’Opel Astra non può raggiungere una velocità così elevata e quindi la multa va cancellata. Il caso è risolto. In Italia, negli ultimi mesi, tantissimi automobilisti hanno ricevuto sanzioni erronee per un errore di programmazione dell’autovelox. E’ successo a Milano. Il Comune ha assicurato di aver avviato ogni procedimento per tutelare i cittadini multati ingiustamente. E’ inammissibile ricevere una multa per un’infrazione non commessa, o no?

L’assessore alla Sicurezza di Milano Carmela Rozza ha dichiarato: ‘Oggi la Polizia locale mi ha comunicato che è stato commesso un errore materiale che ha causato l’invio di verbali con un codice errato. In qualità di assessore chiedo scusa ai cittadini, e in accordo con il comandante della Polizia locale, Marco Ciacci, abbiamo attivato tutte le procedure per tutelare e non vessare gli automobilisti che non devono pagare per errori commessi da altri’.

Quelle di cui ha parlato nei mesi scorsi l’assessore Rozza sono sanzioni relative alle infrazioni commesse tra il 2 novembre e il 14 dicembre dell’anno scorso, dalle 7 alle 22. Sarebbero stati commessi errori nel software degli autovelox installati in via Virgilio Ferrari, via Palmanova e viale Fulvio Testi.

Multe prese mediante autovelox vanno sempre pagate?

Gli esperti hanno recentemente chiarito un aspetto spesso dibattuto, quello delle multe prese attraverso gli autovelox. Non sempre gli automobilisti sono obbligati a pagarle. Se un autovelox non viene segnalato o collocato nel punto o nel modo giusto, basta fare ricorso per non pagare.

La Cassazione ha sancito che gli autovelox, i vergilius e i tutor devono essere segnalati almeno 400 metri prima od oltre 4 km. In assenza di tale condizione, l’automobilista non deve pagare la multa, nemmeno se è stata recapitata al suo domicilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *