Anna Marchesini muore a 63 anni: annuncio commosso del fratello

By | 30 luglio 2016

Addio ad Anna Marchesini. L’attrice è morta a 63 anni. Da anni lottava contro l’artrite reumatoide, patologie che l’aveva costretta a ritirarsi dalle scene. Anna venne alla ribalta grazie al trio Marchesini Lopez Solenghi, che fece sorridere per molto tempo gli italiani.

Una vena ironica unica

Anna Marchesini era originaria di Orvieto. Il suo talento venne notato subito, sin da piccola. Era un vero ‘animale da palcoscenico’. Brio, comicità e ironia l’hanno resa celebre. Un’attrice con una vena ironica al di sopra del normale. Questo 2016 ci toglie un altro grande personaggio del mondo dello spettacolo. Ad annunciare la morte di Anna Marchesini è stato il fratello Gianni, che su Facebook ha scritto:

“Prima che lo sappiate da quel tritacarne dell’informazione, tengo a dirlo io. Ora, in questo momento, è morta mia sorella Anna Marchesini. Grazie a tutti. Non sarà in grado di rispondervi”.

Tale post è stato subito seguito da un tweet commosso del Teatro della Pergola:

“Anna #Marchesini non ci sono parole se non il ricordo del coraggio di una donna e di un’attrice. Grazie”.

E’ indubbio che la Marchesini venne alla ribalta grazie al Trio Marchesini Solenghi Lopez. Un trio delle meraviglie che strappava risate a tutti. Nel 1994, però, il Trio si sciolse ed Anna continuò ad esibirsi con Solenghi. Dopo la breve parentesi con l’amico Massimo, Anna Marchesini decise di lavorare in teatro. La grande attrice, comica e scrittrice di Orvieto verrà ricordata non solo per le sue gag e spettacoli teatrali ma anche per le esilaranti imitazioni.

Anna Marchesini pensava spesso alla morte

Negli ultimi anni, Anna aveva parlato della sua terribile malattia nei salotti di diverse trasmissioni televisive, come “Che tempo che fa”. Era il 2014 e quell’intervista commosse non solo il pubblico in studio e a casa ma anche il conduttore Fabio Fazio. Anna Marchesini parlò di teatro ma anche della vita, della morte e dell’artrite reumatoide, quella brutta patologia che la stava devastando. Anna pensava spesso alla morte, ultimamente, e nel corso della lunga intervista a “Che tempo che fa” disse:

“Si sta in vita per obbedire alle necessità della vita. Io l’ho scritto nel libro. Ma non lo penso… Non ho ancora capito perché si sta in vita ma ci sto… Quando ero piccola, io, la vita e la morte andavano a braccetto”.

Anna Marchesi era magrissima, spossata, ma aveva ancora voglia di vivere. Era tenace e desiderava ancora far sorridere il suo pubblico. L’artrite reumatoide, alla fine, ha vinto la battaglia.

loading...

La comica non temeva la sua malattia e, nonostante i mille problemi, lavorava ancora. L’anno scorso Anna cadde anche sul palco, alla fine della pièce teatrale “Cirildo e Marilda non si può fare”. Subito venne portata nel backstage. Il pubblico ha applaudito finché l’attrice non si è ripresentata sul palco per rasserenare i fan sul suo stato. La Marchesini venne poi portata in ospedale in ambulanza.

Viveva di teatro

Se lo domandava spesso, Anna Marchesini, che senso ha la vita; anche durante i suoi spettacoli teatrali come “Moscerine”.

E’indubbio che la grande passione della comica umbra fosse il teatro. Lo testimonia il fatto che, nonostante l’artrite reumatoide, non si è mai fermata. Lei definiva il teatro la sua seconda casa, “la mia casa delle vacanze… ma meglio non dirlo o devo pagare l’Imu”.

Addio grande Anna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *