Arabia Saudita vieta feste di compleanno: favoriscono la povertà

By | 18 settembre 2017

Feste di compleanno bandite in Arabia Saudita, fatwa divideUna decisione controversa quella presa nelle ultime ore dalle autorità dell’Arabia Saudita. Non ci saranno più feste di compleanno in tale nazione e chi verrà sorpreso ad organizzarle verrà punito. Un religioso, consulente della casa reale saudita, ha lanciato la fatwa durante un programma televisivo. La notizia sconvolgente è stata subito riportata da diversi media locali ed ha avuto un impatto mediatico internazionale. Il suddetto consigliere della casa reale saudita, Abdullah al-Mutlaq, ha affermato che verranno vietati anche i party per bimbi. La misura sarebbe stata adottata per contenere le spese poiché tali eventi comportano un notevole dispendio di denaro. Il religioso ha aggiunto: ‘La gente non ha tanti soldi da spendere per questo genere di cose… Sono cose che non portano nessun beneficio, l’Islam non le promuove e possono portare le famiglie alla povertà’. La fatwa è stata apprezzata da molti sauditi ma altri l’hanno biasimata, non ritenendo giusto non permettere ai piccoli di spegnere le candeline nel giorno del loro compleanno.

Arabia Saudita, un quarto della popolazione è indigente

Stupisce la fatwa lanciata nelle ultime ore in Arabia Saudita. Una decisione che evoca semplicità e parsimonia in un Paese ricchissimo grazie all’esportazione del petrolio. Eppure, secondo recenti statistiche, un quarto della popolazione saudita vive in condizioni di indigenza totale senza incassare nessun sostegno economico.

In Arabia Saudita è polemica sulla fatwa relative alle feste di compleanno. Vietato festeggiare in occasione del proprio genetliaco nel Paese mediorientale.

Non è la prima volta che in Arabia Saudita si discute sull’opportunità delle feste di compleanno. Proposte per sopprimerle sono state avanzate più volte. Due anni fa, ad esempio, il Ministero della Salute saudita aveva ordinato agli ospedali e a tutte le strutture sanitarie di non permettere ai pazienti di festeggiare i compleanni. Il divieto si basava su un editto religioso emesso 27 anni prima da Dar Al-Ifta.

Vietato festeggiare il compleanno di Maometto

Arabia Saudita scettica verso la celebrazione dei compleanni. Bisogna ricordare che la nazione non consente neanche di festeggiare il compleanno di Maometto perché sarebbe un’innovazione nella religione.

Lo studioso saudita Mohammed Al-Oraifi aveva spiegato che ai musulmani non è permesso neanche festeggiare insieme ai non musulmani festività come il Natale perché significherebbe appoggiare la loro fede. Non si possono dimenticare, poi, le parole che proferì, nel 2008, il Gran Mufti dell’Arabia Saudita Abdul-Aziz al-Shaikh: ‘La celebrazione degli anniversari, dei compleanni o della Festa della mamma è contro la giustizia musulmana’.

Shaikh ritiene necessario vietare le feste di compleanno perché i musulmani diventerebbero fedeli di altre religioni, come i cristiani e gli ebrei. Mah… Tutto da vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.