Asia Argento violentata da Harvey Weinstein: ‘Gli avrei dato un calcio nelle palle’

By | 10 ottobre 2017

Asia Argento shock: 'Abusata da Harvey Weinstein'Il maggiore produttore di Hollywood, Harvey Weinstein, è stato defenestrato dalla stessa casa di produzione che aveva fondato per uno scandalo relativo a molestie sessuali. L’uomo avrebbe sfruttato la sua posizione e la sua fama per abusare di molte donne, di molte persone che volevano sfondare nel mondo del cinema. Lo scandalo è venuto alla ribalta grazie a uno scoop del New York Times. Weinstein avrebbe per anni abusato di molte attrici e assistenti. Il grosso produttore di Hollywood alla fine è stato messo con le spalle al muro. Fondamentali le rivelazioni di tanti attrici, del calibro di Jessica Chastain, Patricia Arquette e Ashley Judd. Tutti sapevano, ad Hollywood, ma restavano in silenzio. Harvey era troppo potente. Adesso, però, il grande Golia è caduto. La stessa Meryl Streep, che aveva definito ‘un grande’ il noto produttore, ha fatto marcia indietro, definendo ‘eroine’ le donne che hanno denunciato gli abusi. ‘Non sapevo nulla di certi suoi comportamenti, non lo avrei mai immaginato’, ha affermato nelle ultime ore la Streep. Tra le donne violentate dal potente produttore statunitense c’è anche Asia Argento, nota attrice italiana e figlia del ‘re dell’horror’ Dario.

‘E’ stato un incubo’

‘Harvey Weinstein ha abusato di me. E’ stato un incubo e non ho detto nulla finora perché avevo paura che volesse distruggere la mia carriera’, ha confessato Asia Argento ai microfoni del New Yorker. Asia, dunque, si aggiunge alla lunga lista delle donne abusate dal potente produttore americano. Lista che si allunga di ora in ora. Lo scandalo Weinstein rischia di avere anche conseguenze politiche, visto che Harvey ha finanziato sia la campagna elettorale di Obama che di Hillary Clinton. Quest’ultima ha dichiarato in queste ore: ‘Sono scioccata e sconcertata dalle rivelazioni su Weinstein. Il comportamento descritto dalle donne che si sono fatte avanti non può essere tollerato’. Tanti, comunque, hanno criticato l’ex first lady americana per il suo commento tardivo.

Abusata in un hotel

Oltre a star internazionali del calibro di Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie, il nerboruto e influente Weinstein avrebbe molestato anche l’italiana Asia Argento. E’ stata lei stessa a confermarlo, nelle ultime ore, ai microfoni dell’Ansa. L’abuso risale al 1997. Asia si trovava in Costa Azzurra per le riprese di un film e, un giorno, aveva ricevuto un invito a una festa della casa produttrice. Quando era arrivata nel prestigioso Hotel du Cap Eden Roc, però, venne invitata a recarsi nella suite di Harvey. Il produttore, alla vista di Asia, non era riuscito a contenersi: le aveva alzato la gonna e l’aveva costretta a un rapporto orale.

‘Se fossi stata una donna forte, gli avrei dato un calcio nelle palle e sarei scappata, ma non l’ho fatto. E’ stato un trauma orribile’, ha affermato la Argento, riferendosi all’incontro terribile con Weinstein.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *