Acquisti

Assicurazioni auto, sconti obbligatori in arrivo

Polizze auto meno care: ok ddl ConcorrenzaIl Parlamento, dopo tante discussioni, ha approvato il ddl Concorrenza. Quello che prima era un semplice disegno di legge, ora è legge. Il testo disciplina molti ambiti ma quello che interessa maggiormente gli automobilisti è certamente quello delle assicurazioni auto e degli sconti sulla Rc auto. Ebbene, il ddl appena diventato legge prevede forti sconti obbligatori per gli automobilisti più corretti alla guida, o comunque disposti ad utilizzare strumenti idonei ad evitare le truffe, come la scatola nera. Le compagnie assicurative, in futuro, dovranno applicare forti sconti agli automobilisti più virtuosi, come ad esempio quelli disposti ad installare la scatola nera sulle loro vetture. Chi non ama la scatola nera potrà comunque ottenere sconti in altri modi, ad esempio permettendo alla compagnia assicurativa di sottoporre il proprio veicolo a un esame accurato oppure installando dispositivi elettronici che impediscono all’auto di accendersi se il guidatore ha bevuto sostanze alcoliche. Novità di rilievo, quindi, quelle contenute nella legge sulla Concorrenza. Novità, tuttavia, che entreranno in vigore solo col decreto attuativo del Governo, che dovrà essere emanato entro 12 mesi.

Sconti decisi dall’Ivass

‘Tutti gli sconti significativi verranno comunque decisi dall’Ivass, l’Istituto che vigila sulle assicurazioni’, recita la legge sulla Concorrenza, fresca di approvazione. Leggendo il testo della nuova legge si evince che verranno applicati ulteriori sconti sulla Rc auto per gli automobilisti che vivono in centri dove solitamente si registrano molti incidenti, purché disposti a montare scatole nere sulle loro auto e non abbiamo commesso incidenti negli ultimi 4 anni. Sarà sempre l’Ivass a stabilire le province ad alta sinistrosità. Forti riduzione della Rca auto anche per chi stipula varie polizze assicurative per veicoli diversi ed accetta la clausola di ‘guida esclusiva’. Novità gradita da molti automobilisti, inoltre, è quella relativa al carrozziere. Dopo un incidente sarà il conducente del veicolo a sceglierlo, non la compagnia assicurativa. Duro colpo per le compagnie assicurative, che per anni hanno costretto i contraenti a recarsi dai carrozzieri convenzionati.

Assicurazioni: in Italia le più care d’Europa

Stop alle truffe. La legge concorrenza prevede che i testimoni vengano individuati in occasione del sinistro, non successivamente. In tribunale saranno ammessi testimoni non identificati subito solamente se al momento dell’incidente era stato impossibile compiere tale operazione. Addio dunque ai testimoni pagati, al business dei testimoni, a chi fa il testimone quasi di professione. I giudici, in futuro, potranno tranquillamente escludere dall’aula testimoni fittizi, o comunque che hanno assistito a più di 3 incidenti nell’arco di un lustro.

Lieto della nuova normativa anche il presidente di Federcarrozzieri, Davide Galli, secondo cui si potrebbe fare ancora qualcosa per migliorarla: ‘Le nuove norme ribadiscono la libertà dell’assicurato danneggiato di rivolgersi al carrozziere indipendente. Vincono carrozzieri e automobilisti, vince il libero mercato. Una sconfitta per chi da anni spinge verso logiche di confezionamento al risparmio, senza riguardo per sicurezza e qualità’.

Ci voleva proprio la legge Concorrenza, anche se la normativa è ancora in stallo, in attesa del decreto attuativo del Governo. Ci voleva proprio tale normativa in Italia, dove le polizze assicurative Rc auto sono le più costose in Europa. Gli italiani arrivano a sborsare fino a 150 euro in più rispetto agli automobilisti europei. Uno dei motivi, anzi il motivo principale per cui le polizze Rc auto sono così care nel Bel Paese è rappresentato dalle innumerevoli frodi ai danni delle compagnie assicurative. Per tutelarsi queste sono obbligate ad innalzare i premi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.