Atto di terrore a New York: camion su pista ciclabile uccide 8 persone

By | 1 novembre 2017

Terrorismo a New York, camion travolge persone su pista ciclabileIl terrorismo è tornato a colpire a New York. Nelle ultime ore, un camion è piombato su una pista ciclabile di Manhattan ed ha travolto ciclisti, pedoni e uno scuolabus. Il bilancio dell’atto di terrore è di 8 morti e oltre una dozzina di feriti. Il conducente del camion ha portato il mezzo pesante sulla pista ciclabile ed ha preso in pieno la gente, come fossero birilli. Non ha dubbi sulla matrice terroristica dell’attacco a Manhattan il sindaco di New York, Bill De Blasio, che ha parlato di ‘atto terroristico particolarmente vile’. Il primo cittadino ha detto che un poliziotto ha inseguito l’autista del camion e gli ha sparato un colpo allo stomaco. Secondo le prime indiscrezioni, il 29enne alla guida del camion era sotto custodia. La Polizia ha reso noto che il camion si è diretto verso sud, dopo essere entrato nella pista ciclabile, investendo tanti ciclisti e pedoni. Sei persone sono morte sul colpo, altre due poco dopo l’arrivo in ospedale.

Un giorno triste per New York

Il sindaco di New York ha detto: ‘E’ una giornata molto dolorosa per la nostra città’. De Blasio è triste per i suoi concittadini morti e feriti. La mano del terrorismo è tornata a fare male alla ‘Big Apple’. Tra le vittime cinque argentini arrivati a New York per festeggiare il trentesimo anniversario della laurea. Un altro membro del gruppo, Martin Ludovico Marro, è in ospedale in gravi condizioni.

Il dipartimento di Giustizia ha reso noto, con un comunicato, che sulla vicenda indagano sia gli uomini dell’FBI che quelli del NYPD.

Le notizie che provengono dagli Usa sono ancora frammentarie. Man mano che passano le ore si avrà un quadro più chiaro di quello che è accaduto a New York. Si vocifera anche del ritrovamento di una bandiera dell’Isis all’interno del camion piombato sulla pista ciclabile. Tale informazione però deve essere confermata.

‘Le note scritte a mano vicino al camion indicano fedeltà allo Stato Islamico’, ha scritto il New York Times. Sia il Daily Mail che la CNN parlano della bandiera del Califfato nel camion.

Sayfullo Saipov

Secondo le prime indiscrezioni, il sospettato si chiama Sayfullo Saipov ed è cittadino uzbeko. Alcuni rapporti dicono che Saipov era arrivato negli Usa nel 2010. Ha una licenza per stare in Florida ma è probabile che abbia vissuto molto anche nel New Jersey.

Dilfuza Iskhakova, residente a Cincinnati, Ohio, ha riferito al Guardian che Saipov aveva vissuto per diversi mesi a casa sua, qualche anno fa. Era arrivato negli Usa dall’Uzbekistan.

‘Sembrava un ragazzo simpatico, ma non parlava molto. Andava a lavorare in un magazzino e poi tornava’, ha detto la Iskhakova, sottolineando che a quei tempi Saipov stava chiedendo la green card.

loading...

La signora Iskhakova ha aggiunto che aveva perso ogni contatto con il presunto attentatore di New York. L’uomo, secondo lei, si era trasferito a New York ed aveva moglie e figli. Il padre di Saipov sarebbe un amico del marito della Iskhakova.

I funzionari di New York hanno dichiarato che, nelle ultime ore, in occasione di Halloween, sono stati impiegate risorse aggiuntive in città per garantire la massima sicurezza.

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha cercato di rasserenare i newyorkesi sottolineando l’assenza di altre minacce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *