Auto scardina barriere passaggio a livello e viene travolta dal treno

By | 17 luglio 2017

Auto travolta da un treno al passaggio a livelloNon c’è stato nulla da fare per l’uomo a bordo dell’auto che ieri a Codogno, in provincia di Lodi, ha scardinato le barriere di un passaggio a livello ed è stata travolta da un treno. E’ successo sulla strada statale 234. Un botto fortissimo che ha provocato il decesso del conducente della macchina. Non si conoscono le cause della tragedia. Sul posto, dopo l’impatto, sono accorsi gli operatori del 118, i vigili del fuoco e vari operatori Trenord. La vittima, secondo le prime indiscrezioni, sarebbe un uomo, di cui però sono ignote generalità ed età. L’evento ha ovviamente mandato in tilt la circolazione ferroviaria sulla tratta Milano-Codogno-Cremona. Le persone che si trovavano sul convoglio, molto preoccupate, sono state invitate a scendere e dirigersi verso la stazione. L’azienda Trenord ha garantito che oggi, 17 luglio 2017, non dovrebbero esserci problemi alla circolazione, quindi i pendolari non devono temere rallentamenti e ritardi. Per loro non sarà, dunque, un lunedì nero.

Una Mercedes grigia sul binario

Un impatto molto violento ha causato la morte, ieri sera, dopo le 19, di un uomo a bordo di una Mercedes che aveva sfondato le barriere del passaggio a livello. Il conducente è morto sul colpo. Sembra che il treno abbia urtato la vettura proprio sul lato guidatore. Il dramma è avvenuto in un punto della tratta ferrovia con binario unico. Il convoglio Trenord 2661 era partito da Milano Centrale alle 18.21 e si dirigeva a Mantova. Alle 19.01, dopo il transito nella stazione di Codogno, il treno ha trovato una Mercedes classe B al centro del passaggio a livello di Maleo. L’impatto è stato inevitabile. Il treno non transitava a una velocità elevata ma la vettura è stata ugualmente trascinata per più di 300 metri. Sulla massicciata del passaggio a livello è stata rinvenuta dai soccorritori la barra del passaggio a livello scardinata. Perché il conducente della Mercedes ha divelto quella barra? Attualmente non si esclude nessuna ipotesi, comprese quelle dell’abbagliamento dalla luce sole e del malore.

Rfi e Trenord sono certe che quella barra fosse ben fissata, abbassata e funzionante. Le due aziende, dunque, non hanno dubbi sul fatto che sia stata la Mercedes a sfondarla. La Procura di Lodi, comunque, ha avviato un’inchiesta per fare chiarezza sulla vicenda ed individuare eventuali responsabilità.

I vigili del fuoco, ieri sera, hanno lavorato molto sul tratto della linea ferroviaria interessata dall’incidente. Il corpo dell’automobilista era rimasto incastrato tra le lamiere. Solo alle 22, i pompieri lo hanno estratto dall’abitacolo. Sul convoglio c’erano circa 100 passeggeri, condotti subito alle stazioni di Codogno e Maleo.

L’intero sistema era perfettamente funzionante

‘Le sbarre del passaggio a livello erano chiuse e l’intero sistema era perfettamente funzionante’, ha comunicato Rfi (Rete ferroviaria italiana), fugando così ogni dubbio su presunti guasti all’impianto. Per l’azienda, dunque, tutto funzionava alla perfezione, quindi l’impatto sarebbe stato dovuto solo alla manovra del conducente della Mercedes. Un altro uomo che perde la vita nei pressi di un passaggio a livello. Lo scorso maggio era toccato a un sessantenne a un sessantenne di Angri. L’uomo era stato investito sulla linea Salerno-Angri, nei pressi del passaggio a livello di via Pizzone Salice, tra Angri e Scafati. Vano il tempestivo intervento sul colpo. Anche lui era morto sul colpo, come il conducente della Mercedes che ieri ha perso la vita nel Lodigiano. Il sessantenne campano, però, non era in macchina. Stava passeggiando probabilmente troppo vicino ai binari e un treno lo aveva travolto. Una fine dolorosa e triste per il sessantenne. Anche tale episodio aveva paralizzato per diverse ore la circolazione ferroviaria sulla linea Salerno-Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.