Aviaria in Italia, tanti animali abbattuti negli allevamenti del Nord

By | 9 agosto 2017
loading...

Aviaria, virus negli allevamenti italiani: capi abbattutiAllerta aviaria in Italia? Presto per dirlo. Ci limitiamo a dire, però, come stanno le cose. Negli ultimi giorni sono stati abbattuti molti polli, galline e tacchini in diversi allevamenti del nord Italia. Il motivo è la presenza di focolai di aviaria. Secondo le ultime informazioni, sarebbero stati uccisi centinaia di miglia di capi in Lombardia e Veneto, specialmente a Verona e Mantova. In provincia di Verona, ad esempio, sono stati eliminati circa 18.000 tacchini ad Albaredo d’Adige. Tanti abbattimenti anche a Nogara ed Erbé. A Castiglione delle Stiviere, invece, sono state uccise circa 500.000 galline. Dall’inizio del 2017 ad oggi in Italia sono stati abbattuti circa 900.000 animali per evitare la diffusione del virus dell’aviaria. Ciò dimostra che il virus non è mai stato debellato e che non si può ancora cantare vittoria.

Gli italiani devono allarmarsi?

Dalle tabelle diffuse dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie si evince che i capi abbattuti recentemente erano stato colpiti da un virus di tipo A e da un sottotipo H5. In un allevamento in provincia di Verona, lo scorso 31 luglio 2017, gli allevatori avevano notato che gran parte dei tacchini, alquanto giovani, non avevano più voglia di mangiare e bere; il giorno dopo, gli animali erano morti. Subito i titolari dell’allevamento avevano allertato i servizi veterinari per l’abbattimento. Un episodio analogo è accaduto a Parma. Gli animali sono sempre risultati positivi al virus dell’aviaria dopo una forte mortalità negli allevamenti. Focolai di aviaria negli allevamenti italiani erano stati segnalati anche negli scorsi mesi, sempre in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

Gli italiani devono preoccuparsi? Certamente no, almeno a detta degli esperti. I veterinari, comunque, sono rimasti sorpresi dal fatto che stavolta l’aviaria ha colpito in estate. Generalmente, infatti, i virus ‘scoppiano’ in inverno o comunque quando fa freddo. Molto strano.

Nessun pericolo ma l’aviaria si può trasmettere all’uomo

L’aviaria è una patologia infettiva che bersaglia principalmente gli uccelli selvatici. Come visto, però, gli animali domestici possono essere infettati facilmente. Sebbene i focolai di aviaria registrati in Italia non siano pericolosi per l’uomo, non bisogna dimenticare che tale malattia infettiva si può trasmettere anche agli esseri umani, mediante il contatto con animali infettati (vivi o morti) o feci, saliva e urina di animali malati.

Mangiare uova o carne ben cotta di animali malati di aviaria è pericoloso? No. Non sussistono risultanze scientifiche al riguardo. Non si rischia nulla, secondo gli esperti, se la carne avicola e le uova vengono cotte bene, in ambienti sani e puliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *