Bambino lasciato in macchina dai genitori: non voleva fare shopping

By | 14 giugno 2017

Bambino lasciato solo in auto, genitori al centro commercialeTragedia evitata a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, grazie al tempestivo intervento dei vigili urbani. Un bambino di sei anni era stato lasciato dai genitori in macchina, nel parcheggio di un centro commerciale. Il padre e la madre del minorenne si sarebbero recati da soli a fare shopping perché il piccolo non voleva seguirli. Avrebbe preferito restare in auto, senza però rendersi conto della temperatura elevata all’interno dell’abitacolo. Diverse persone, fortunatamente, hanno notato il bimbo in difficoltà, nella vettura parcheggiata davanti alla Coop di Scandiano, ed hanno avvertito le forze dell’ordine.

Bimbo sudato e in disagio

loading...

Dopo la segnalazione della presenza di un minorenne in una vettura posteggiata davanti alla Coop di Scandiano, carabinieri e vigili urbani sono intervenuti in tempi record e, dopo aver rotto il finestrino della macchina, hanno fatto uscire il bambino, che era in un bagno di sudore. Se i militari e gli agenti della Municipale non fossero intervenuti tempestivamente, il piccolo sarebbe stato probabilmente colpito da qualche malore. I genitori non sono stati denunciati ma le indagini permetteranno di accertare eventuali responsabilità.

Il grande caldo avrebbe potuto uccidere un bimbo, in provincia di Reggio Emilia, ma fortunatamente tale vicenda ha avuto un lieto epilogo, differente da quello delle storie balzate recentemente agli onori delle cronache. Si dovrà accertare il motivo per cui i genitori del piccolo non abbiano minimamente preso in considerazione il fatto che il caldo nell’abitacolo dell’auto avrebbe potuto creare problemi al bimbo. Se qualche passante non si fosse accorto della presenza del minorenne nella vettura probabilmente sarebbe avvenuto l’ennesimo, tragico, episodio dovuto alla leggerezza e alla disattenzione dei genitori. Secondo le ultime informazioni, il bambino, dopo essere uscito dal veicolo, si è ripreso rapidamente. Se fosse rimasto in macchina, invece, sarebbe andato incontro a guai seri, addirittura alla morte.

Finestrini bloccati

Un bimbo di Scandiano non voleva fare shopping coi genitori. Questi, allora, avevano deciso di lasciarlo in auto, nel parcheggio della Coop, bloccando i finestrini. Il piccolo si è trovato così a fronteggiare un caldo allucinante, giudicando che la temperatura esterna aveva superato i 30 °C,  e se non fosse stato per qualche passante avrebbe rischiato di morire. I genitori del piccolo rischiano grosso. Un bimbo così piccolo non va assolutamente lasciato in auto, men che meno quando fa caldo. Qualche giorno fa è balzato agli onori delle cronache la storia della bimba di Arezzo morta in auto per il grande caldo. La madre si era recata al lavoro senza lasciarla all’asilo e, alla fine del turno, aveva fatto la tragica scoperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *