Basket compie 125 anni: sport inventato da James Naismith

By | 10 dicembre 2016

125 anni fa nacque uno dei più bei sport al mondo: il basket. Nel 1891 il professore di educazione fisica James Naismith ideò un gioco che, di lì a poco, spopolò in tutto il mondo e, ancora oggi, è uno degli sport più seguiti e praticati. Naismith viveva e lavorava a Springfield, in Massachusetts.

Come trascorrere il freddo inverno senza annoiarsi?

James Naismith cercò d trovare il modo per rendere più sfiziose le lezioni invernali di ginnastica che, ovviamente, dovevano svolgersi nella palestra dell’YMCA College di Springfield. Un bel giorno prese un cesto, lo fissò al muro e chiese ai ragazzi di lanciare la palla nell’insolito contenitore. In quel momento il docente non pensava di aver creato uno degli sport più popolari del pianeta. Senza il genio del professor Naismith non avremmo mai conosciuto star della pallacanestro come Michael Jordan e Magic Johnson. La prima gara ufficiale di basket risale al 21 dicembre 1891: i giocatori dovevano sfidarsi rispettando 13 regole elaborate dall’insegnante. Dopo quell’incontro, la pallacanestro iniziò a diffondersi rapidamente negli Usa, e poi in tutto il mondo.

Negli anni ’20 del XX secolo, negli Stati Uniti esistevano già un centinaio di team che si sfidavano a livello ufficiale. Il primo campionato agonistico risale al 1925, quando l’American Basketball League stabilì gare e date.

Se James Naismith non fosse nato probabilmente la pallacanestro non sarebbe mai stata inventata. Lo scopo del docente di Springfield era di intrattenere tanti ragazzi durante il lungo e freddo inverno: ci riuscì alla grande e, nello stesso tempo, inventò uno sport splendido. Durante l’inverno i ragazzi erano inquieti e irritati; non riuscivano a passare molte ore in classe, sui libri. Del resto, faceva freddo e non si poteva uscire. Al professore Naismith venne un’illuminazione e cambiò la vita di intere generazioni di giovani. Venne ideato un gioco al coperto, semplice, non violento e non dispendioso per le casse della scuola. I canestri, inizialmente, erano delle casse di pesche.

La proposta di Frank Mahan

Lo studente Frank Mahan propose al docente di educazione fisica di denominare Naismithball il nuovo gioco. Il prof, però, non fu d’accordo e decise di chiamare il frutto del suo genio ‘basketball’, ovvero l’unione dei termini basket e ball.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.