Basket, Eugenio Rossetti stroncato da 2 infarti

By | 12 ottobre 2016

Eugenio Rossetti era una giovane promessa del BaskeTrieste ed ambiva a un posto in panchina

 

Lutto nel mondo del basket e dello sport italiano. Eugenio, una giovane promessa del basket è stato stroncato da 2 infarti. Il giovane sportivo aveva accusato un forte malore al petto 2 giorni fa, durante il secondo quarto di una partita a Mazzano, in provincia di Brescia. Eugenio Rossetti militava nella BaskeTrieste e sognava di diventava una star del basket.

Dolori lancinanti al petto durante il match a Mazzano

Stava giocando come sempre Eugenio, stava dando il massimo, ma a un certo punto ha accusato dolori lancinanti al petto ed ha chiesto il cambio. Non appena si è accostato alla panchina si è accasciato. Lo aveva sorpreso un arresto cardiaco. Gli operatori del 118, subito accorsi sul posto, hanno ‘riattivato’ il cuore del 17enne con un defibrillatore ma, durante il trasporto in ospedale, un altro arresto cardiaco non ha lasciato scampo al minorenne. Eugenio Rossetti è deceduto dopo circa 24 ore di sofferenze presso l’ospedale Civile di Brescia. La funesta notizia è stata diffusa dalla Pallacanestro Trieste 2004, che ha ricordato la vitalità e l’ottimismo di un ragazzo che voleva a tutti i costi un posto nella panchina della BaskeTrieste. La Pallacanestro Trieste ha espresso il suo cordoglio per il decesso di Eugenio e si unisce al dolore dei parenti del 17enne e di tutti gli amici. Non ci voleva proprio questo brutto evento. Uno sportivo, un appassionato di basket è passato ‘a miglior vita’ all’improvviso, inaspettatamente, gettando nello sconforto chi lo amava e apprezzava.

Morto agli Spedali Civili di Brescia

Il cuore di Eugenio, dopo 24 ore dal ricovero, non ce l’ha fatta. I medici hanno fatto il possibile per salvarlo ma ogni operazione è stata vana. Una giovane vita è stata stroncata da 2 infarti. Eugenio era entrato nelle file del BaskeTrieste qualche mese fa e si era già distinto per la sua bravura e la sua solerzia. Un ragazzo che sognava un posto in panchina.

Eugenio Rossetti, una volta portato agli Spedali Civili di Brescia, è stato ricoverato nel reparto di rianimazione cardiochirurgica. I medici hanno subito constatato una situazione critica. La promessa del basket è rimasta in vita per circa 24 ore solo grazie all’ausilio di diversi macchinari.

I carabinieri osservano i filmati ripresi dalle telecamere

Le telecamere poste nella struttura dove si stava svolgendo la partita di basket, a Mazzano, hanno ripreso la scena. Ora i carabinieri hanno acquisito i filmati per ricostruire la dinamica della tragica vicenda. L’allenatore e i dirigenti della BaskeTrieste sono rimasti a Brescia per dare conforto ai genitori di Eugenio, ragazzo che avrebbe compiuto 17 anni a dicembre. Increduli anche i compagni di scuola di Rossetti, che frequentava l’istituto tecnico industriale ITIS Alessandro Volta di Trieste. Prima del decesso, la pagina Facebook di Eugenio Rossetti si era riempita di commenti, esortazioni e messaggi di speranza postati dagli amici, dai parenti e dai compagni di squadra. Poi la brutta notizia.

Il presidente di Pallacanestro Trieste, Giovanni Marzini, ha affermato che lui e tutta la squadra sono vicini alla BaskeTrieste in questo momento di dolore. BaskeTrieste è la squadra da cui Pallacanestro Trieste prende giovani promesse.

Un altro sportivo morto durante un match. Il decesso di Eugenio Rosetti conferma che il 95% dei decessi improvvisi nello sport sono connessi al cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.