Cronaca

‘Bastardi Islamici’, Belpietro assolto: il fatto non sussiste

Belpietro assolto titolo LiberoIl giornalista Maurizio Belpietro può tirare un sospiro di sollievo, visto che i giudici del Tribunale di Milano lo hanno assolto. Il fatto non sussiste. Belpietro scelse un titolo forte per il suo articolo, sulla prima pagina di Libero, il giorno successivo agli attentati di Parigi del 2015: ‘Bastardi Islamici’. Non avrebbe nessuna colpa, dunque, l’ex direttore di Libero, ora al comando de La Verità. Non la pensa così invece il pm Piero Basilone, che aveva chiesto di condannare Belpietro a una multa di oltre 8mila euro perché quel titolo era ‘un insulto generalizzato a un miliardo e mezzo di fedeli islamici, molti dei quali vittime di attentati terroristici’.

Comunità musulmana abbattuta

Il pubblico ministero pretendeva una condanna per Belpietro perché titolare in quel modo un articolo significava offendere la comunità musulmana che, a suo dire, era rimasta profondamente abbattuta. Inoltre l’ex direttore sarebbe stato ben cosciente di offendere.

Il noto giornalista ha sempre precisato che quel titolo era contro gli islamici che compiono stragi, quindi non sarebbe stato un attacco generalizzato.

L’aggettivo ‘bastardi’, secondo Belpietro, si riferiva agli assassini, non certamente alla comunità islamica. L’ex direttore di Libero ha detto, dopo la lettura del verdetto, di non conoscere le motivazioni ma ritiene che i giudici abbiano reputato fondato quello che ha sempre detto in aula, ovvero che il suo titolo si riferiva ai terroristi.

Belpietro querelato da una decina di musulmani

Il Coordinamento delle associazioni islamiche di Milano e Monza si era costituito parte civile ed aveva chiesto un risarcimento di 350mila euro. Il processo culminato con la sentenza delle ultime ore era iniziato dopo le querele presentate da una decina di musulmani.

Maurizio Belpietro, rispondendo al pm Basilone davanti al giudice, aveva spiegato che la lingua italiana è chiara e precisa: il termine ‘islamici’ era aggettivo relazionale del sostantivo ‘bastardi’, tale da specificare la matrice islamica degli attentati.

Per l’ex direttore di Libero, quel titolo sollevò polemiche per eludere le discussioni sulla furia dell’Islam, che ancora sparge sangue e morti.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.