Cronaca

Belgio, urla ‘Allah Akbar’ e colpisce agenti con machete

Torna il panico in Belgio. Ieri, a Charleroi, un uomo ha gridato ‘Allah Akbar’ ed ha colpito con un machete due poliziotte. Un terzo agente, che assisteva alla scena, ha fatto fuoco, uccidendo l’attentatore.

Un altro attentato con matrice terroristica in Belgio

Non si placa l’ondata di terrore che sta investendo l’Europa da qualche tempo. Ieri, due poliziotte del commissariato di Charleroi sono state aggredite da un uomo, le cui generalità sono ancora ignote. L’attentatore ha colpito le due con un machete. Per fortuna, le due agenti non rischiano la vita: una di esse ha riportato gravi lesioni ma è fuori pericolo. L’uomo che ha urlato ‘Allah Akbar’ ed ha assalito le due poliziotte è stato raggiunto da un colpo sparato da un collega delle donne, ed è poi morto in ospedale. Un altro attentato con matrice terroristica in Belgio.

Riuniti servizi sicurezza in Belgio

Scosso il premier belga Charles Michel, che è subito tornato dalle vacanze ed ha parlato molto coi vertici dei servizi di sicurezza in Belgio.

Nonostante avesse un grosso machete nel borsone, l’attentatore era riuscito a non farsi scoprire all’ingresso del commissariato di Charleroi, che dista circa 60 km da Bruxelles. Tutti i dispositivi di sicurezza erano stati elusi. Una volta entrato, l’uomo ha gridato ‘Allah Akbar’ ed ha sferrato un colpo di machete al volto di una poliziotta; poi si è scagliato sull’altra. Un poliziotto, allora, ha sparato contro l’aggressore. Le due agenti sono state subito trasportate in ospedale, così come l’attentatore.

Il premier belga ha condannato fermamente l’attentato e si è detto vicino ai parenti delle poliziotti. Michel ha rivelato ai microfoni della tv Rtl:

“L’assalitore non è stato ancora identificato, ma sembra essere di nuovo un attacco con connotazione terrorista”.

L’episodio di stampo terroristico avvenuto ieri in Belgio presenta analogie con quelli avvenuti recentemente in diverse zone d’Europa, come l’aggressione con un’ascia, su un treno, a Wurzburg.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.