Bill Murray, asociale e musone in “Saint Vincent”: odore di Oscar

By | 15 dicembre 2014

Il grande attore Bill Murray è schivo e riservato e, sicuramente, si sarà trovato a suo agio sul set mentre interpretava Vincent, il protagonista di “Saint Vincent”.

Bill Murray ha mostrato ancora una volta di essere un grande attore, vestendo i panni di un uomo asociale, bevitore e arrogante. La pellicola arriverà nei cinema italiani il prossimo 18 dicembre. Nel cast, oltre a Murray, attori del calibro di Melissa McCarthy, Chris O’Dowd e Naomi Watts.

“Saint Vincent” ha incassato 2 candidature ai Golden Globe. Murray è seriamente candidato all’Oscar, vista la sua straordinaria interpretazione di un uomo burbero che, un giorno, fa amicizia con un bimbo (Jaeden Lieberher) i cui genitori si sono separati.

loading...

“Inizia in modo buffo, spiritoso, un film da ridere, ma poi diventa qualcosa di diverso, più profondo, commovente, inquietante… Imbocca sentieri imprevisti, e prende perfino in contropiede lo spettatore. È un film imprevedibile dall’inizio alla fine, di quelli che piacciono a me… Il fatto che uno come Vincent, un perdente, balordo, è capace di dare qualcosa a qualcuno senza saperlo, senza dirlo, quasi inconsciamente. La santità è una bontà spontanea a cui è stata sottratta la consapevolezza. Sei cosciente di essere buono? Diventi automaticamente uno str…”, ha dichiarato Murray nel corso di una recente intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *