Bimbi dei vicini troppo rumorosi: risarcita con 100mila sterline

By | 11 marzo 2018

risarcita-rumore-bimbi-viciniChi ha bimbi piccoli e vive nei condomini deve prestare attenzione al rumore provocato dai minori, specialmente in determinati orari e se nei piani sottostanti vivono altre persone. Una banchiera non riusciva più a vivere per i vicini troppo rumorosi, al piano superiore, ed aveva adito le vie legali. I giudici, alla fine, le hanno detto ragione, riconoscendogli un risarcimento di 100mila sterline. E’ costato caro ai fragorosi vicini della ricca donna non rivestire il pavimento con la moquette, o comunque qualcosa che potesse servire a ridurre i rumori dei bimbi.

Rumore ‘intollerabile’

Sarah e Ahmed El Kerrami erano stati citati in giudizio da Sarvenaz Fouladi, una 38enne che viveva in un principesco appartamento da 2,6 milioni di sterline. Fouladi aveva detto in aula che il rumore proveniente dal piano superiore era ‘intollerabile’. ‘Il rumore delle attività quotidiane, dei bambini che giocano ai piatti che vengono lavati rovina la mia pace durante il giorno e mi tiene sveglio la notte’, ha detto la 38enne.

Fondamentale per il risarcimento anche la testimonianza della signorina Fouladi, che vive con sua madre nell’appartamento di Kensington, a Londra. La donna ha riferito che i figli dei vicini considerano l’appartamento come un ‘parco giochi’. I minori corrono giorno e notte sul pavimento di legno, provocando un fragore assurdo. Secondo il giudice Nicholas Parfitt il disturbo della quiete quotidiana era diventato un grave problema nel quartiere residenziale. La famiglia El Kerramis, secondo lui, avrebbe dovuto mettere quantomeno dei tappeti sui pavimenti di legno del soggiorno, della cucina e del corridoio, insomma nelle aree della casa più vissute.

Un ‘inferno’ dal 2010

‘Quando il pavimento era stato sostituito, prima dell’arrivo della famiglia, non era stato fatto nulla per limitare la trasmissione del rumore tra gli appartamenti’, ha specificato il magistrato inglese. La banchiera, davanti ai giudici, aveva affermato di aver vissuto felicemente per molto tempo a St. Mary Abbots Court. Non era mai stata disturbata da nessuno. Niente rumori provenienti dall’alto. Tutto però iniziò a cambiare poco prima dell’arrivo della famiglia El Kerramis, nel 2010. La vita della 38enne e di sua madre venne stravolta dagli incessanti frastuoni dei bambini, e non solo.

Tra i rumori che, per anni, hanno tormentato la banchiera e sua madre ci sono quelli causati dal frigorifero, dalla caldaia, dal camino e dai rubinetti. Il relax durante il giorno e il sonno sereno durante la notte, a un certo punto, erano diventate delle chimere per la 38enne e la madre. Un fastidio importante che ha portato la banchiera a ricorrere alla giustizia. La madre e la figlia avevano anche annotato su una specie di diario tutti i rumori uditi durante il giorno e la notte, compreso il vocio dei bimbi.

Appartamento come un parco giochi

‘L’hanno usato (l’appartamento, ndr) come un parco giochi, i bambini correvano e gettavano le cose per terra per 7 ore senza sosta. Prima che l’appartamento venisse rinnovato e tutte le pareti fossero state demolite e i pavimenti fossero stati rimossi, non si sentiva alcun rumore provenire dall’appartamento sopra il nostro’, ha detto la 38enne al giudice.

Gordon Wignall, avvocato dei vicini, ha detto che la signorina Fouladi, che è single, è ‘ipersensibile alle attività di una famiglia normale’. Secondo il legale, quelli provenienti dall’appartamento sovrastante erano ‘normali rumori di bambini’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.