Cronaca

Bimbo cerebralmente morto si riprende miracolosamente

Taylor Reid cade in moto: salvo per miracoloUn bimbo irlandese amante dei rally di moto era caduto durante una competizione, riportando gravi lesioni alla testa. Per i medici non sarebbe riuscito a sopravvivere, invece il minore si è salvato. La storia di Taylor Reid, 10 anni, è straordinaria. I genitori di Taylor erano stati avvisati dei medici: il piccolo aveva solo il 2% di probabilità di sopravvivenza. Se una ripresa ci fosse stata, secondo i sanitari irlandesi, sarebbe stata miracolosa.

Traumi al cranio

Taylor Reid aveva 10 anni quando era caduto in moto ed aveva riportato importanti traumi al cranio. Il giovane non riusciva più a respirare e per i medici aveva le ore contate. Sbagliavano.

Ai genitori di Taylor era stato detto in 3 occasioni che sarebbe stato meglio interrompere il suo supporto vitale, ma loro non avevano acconsentito, sperando sempre nella guarigione. Sono passati 2 anni da quel terribile incidente, ed oggi il ragazzino può comunicare col mondo esterno, piangere e ridere. Eppure, un paio di anni fa, alla madre del ragazzino, Cheryl, i medici avevano detto che era improbabile che suo figlio ‘passasse tutta la notte’.

L’iniziale desolazione dalla mamma di Taylor

‘Il secondo giorno avevamo sicuramente pensato che stesse per morire perché il suo corpo aveva cominciato a gonfiarsi’, ha raccontato Cheryl. Il giovane Taylor corre con le moto da quando aveva 5 anni. Per una gara però ha rischiato di morire. Dopo l’incidente era stato trasportato al Royal Belfast Hospital for Sick Children.

“Aveva fratture multiple nel suo cranio e ogni parte della sua testa era lesionata. Mi hanno detto che il suo cervello era completamente finito e non c’era nulla che potessero fare. Quando è successo l’incidente, i consulenti hanno chiesto: ‘Cheryl, pensi che capisca chi sei?’. E io ero tipo ‘No'”, ha dichiarato la signora Cheryl, madre di 3 bimbi che non ha mai perso la speranza, come il marito David, del resto. Adesso Taylor gioca e interagisce con Cole, il fratellino nato 3 settimane dopo l’incidente.

Taylor in riabilitazione

Il bimbo irlandese si è ripreso, nonostante fosse stato dichiarato cerebralmente morto. Pensate un po’ a cosa sarebbe accaduto se i medici avessero spento i macchinari che lo mantenevano in vita. Il piccolo ora è in riabilitazione. Lo segue il dottor Goshi, uno specialista definito ‘miracoloso’ dai genitori di Taylor.

“All’inizio non c’era nessuna risposta, ma ora quando lo porto ogni martedì, i suoi occhi sono spalancati e sorride. Tutte cose che mi avevano detto che non sarebbe mai più stato in grado di fare. Ora risponde e conosce ogni singola parola che gli stai dicendo. Volevano che lo registrassi cieco, ma sapevo che non lo era… Dice ‘sì’ e ‘no’ e riesce a spiegare le immagini. Comprende bene tutto”, ha aggiunto la madre del bimbo salvo per miracolo.

La passione per le moto poteva costare la vita a un bambino irlandese. Una caduta durante una gara gli aveva causato importanti ferite alla testa e diversi traumi. Dinanzi a ferite così importanti persino i medici avevano perso le speranze, dicendo ai genitori che molto probabilmente il bimbo sarebbe passato a miglior vita.

Taylor sorride, comunica e continua a rendere meravigliosa la vita dei suoi cari. E’ tutto ciò che conta.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.