Bimbo morto per rigurgito: mamma l’aveva sistemato sulla sua schiena

By | 27 novembre 2017

Un neonato di soli 2 mesi è morto a Bergamo per un rigurgito. Il piccolo era stato trasportato venerdì scorso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ed è deceduto stamani. Secondo i primi accertamenti, il neonato, originario del Senegal, aveva rigurgitato mentre si trovava sulle spalle della madre. La mamma lo aveva messo nel marsupio. I medici del nosocomio bergamasco avevano subito notato le pessime condizioni di salute del neonato. I medici hanno tentato di salvargli la vita, ma ogni intervento è stato vano. E’ stata aperta un’inchiesta dalla Procura.

Come la neonata di Quartu Sant’Elena

Ennesimo rigurgito killer in Italia. Un mese fa, a Quartu Sant’Elena, in Sardegna, era morta morta una neonata di un mese di vita. Anche lei vittima di un rigurgito post poppata.

Gli operatori sanitari, subito accorsi nell’abitazione di Quartu San’Elena, non erano riusciti a salvare la piccola. Sul posto erano accorsi anche i carabinieri, per avere un quadro completo della situazione.

La madre della neonata sarda, una 21enne, era rimasta scioccata ed era uscita di casa per chiedere aiuto alla gente. Precedentemente, però, aveva chiamato il 118.

I medici sardi avevano cercato invano di rianimare la piccola. 45 minuti di strazio e speranze. Una morte che si poteva evitare? Secondo i medici, la mamma aveva allattato la figlioletta. Questa si era addormentata, non svegliandosi più.

La sindrome di morte improvvisa di lattante in culla

Giuseppe Masnata, presidente regionale della Società italiana di pediatria, aveva riferito riguardo alla morte della neonata di un mese: ‘Non abbiamo informazioni a sufficienza sul caso, quindi non si possono fare diagnosi a distanza. In linea generale può essersi trattato di un caso di sindrome di morte improvvisa di lattante in culla’.

La sindrome di morte improvvisa di lattante in culla colpisce un minore ogni 2.000.

Il presidente regionale della Sip aveva aggiunto: ‘Posso consigliere alcune precauzioni per i genitori: prima di mettere a dormire i bimbi allattati al seno o artificialmente bisogna attendere il tempo del ruttino in modo che i neonati possano espellere l’aria, bisogna poi metterli in culla a pancia in su, ed evitare di inserire oggetti morbidi nella culla, coperte o trapunte troppo spesse. Utilizzare inoltre dei materassi rigidi’.

Il rigurgito è comune nei neonati?

I rigurgiti non sono una rarità nei neonati, anzi sono fisiologici. Quello che colpisce raramente i bebè, invece, è il reflusso gastroesofageo sintomatico, una forma che deve essere trattata necessariamente dai medici, anche perché si manifesta generalmente con problemi di sviluppo, inappetenza od esofagiti.

I motivi del rigurgito

Vi siete mai chiesti perché i neonati rigurgitano? Beh, il motivo è semplice: il sistema digestivo dei piccoli è ancora in formazione. Il loro esofago, ad esempio, è più corto rispetto a quello dei bimbi di qualche anno e degli adulti.

Essendo l’apparato digestivo dei neonati ancora immaturo, è probabile che tutto quello che c’è nello stomaco torni indietro.

Frequentemente il riflusso si verifica quando il neonato prende latte velocemente, oppure quando è nervoso e incamera aria. Certi bimbi tendono a rigurgitare di più quando iniziano a gattonare o gli spuntano i primi dentini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *