Curiosità

Bimbo si sveglia dal coma, genitori volevano staccare la spina

coma-dylan-askin-tumoreIl piccolo Dylan Askin, di Shelton Lock, Derbyshire, era stato colpito da una rara e violenta forma di tumore ai polmoni poco dopo la nascita. Stava così male che il battesimo era avvenuto in ospedale. I medici e i genitori del piccolo Dylan avevano preso una decisione dolorosa: staccare la spina. I medici del Queens Medical Hospital di Nottingham erano però rimasti sbalorditi quando avevano visto Dylan aprire gli occhi e interagire nuovamente col mondo circostante. Il risveglio risale al giorno di Pasqua del 2016. Un giorno che i genitori di Dylan Askin difficilmente dimenticheranno.

Dylan ora è fuori pericolo

Sono passati 2 anni dal risveglio dal coma, ed ora si può dire che Dylan è fuori pericolo: ha sconfitto la rara neoplasia. Kerry e Mike, padre e madre del minorenne, hanno deciso di sostenere un’organizzazione benefica che aiuta i giovani con il cancro. Tale ente ha aiutato anche loro quando Dylan era in coma. Un supporto importante nei momenti difficili. ‘Ero forte nel credere che Dylan fosse il nostro miracolo pasquale’ ha detto Kerry Askin, madre di Dylan, ai microfoni del Derby Telegraph.

Un miracolo pasquale

“Non sono molto religiosa, ma ho pensato che fosse un miracolo. Quando lo abbiamo detto al nostro figlio maggiore, ha detto ‘è come Gesù’ perché lo aveva imparato a scuola”, ha rammentato la signora Kerry, molto emozionata al ricordo di quei momenti. A Dylan era stata diagnosticata l’istiocitosi a cellule di Langerhans, una patologia rara che colpisce una persona su 10 milioni.

‘Il Venerdì Santo ci hanno detto che le cose sembravano tetre e che non lo avremmo riavuto. Tutte le impostazioni su tutte le macchine erano al massimo e lui stava ancora lottando’, continua la madre di Dylan, aggiungendo: ‘L’abbiamo fatto battezzare, tutta la sua famiglia è venuta da tutte le parti per salutarlo, incluso il fratello maggiore. Ero devastata. Non avevo dormito per giorni. Piangevo tutto il tempo. Avevano effettivamente chiuso una parte dell’unità in modo che potessimo stare con lui tutta la notte, perché pensavo che potesse andarsene da un momento all’altro’.

Ora Dylan è sano e salvo ma 2 anni fa aveva sfiorato la morte. Medici e genitori erano in procinto di staccare la spina. Il piccolo era stato traferito al reparto di terapia intensiva del Queen’s Medical Center. La temperatura corporea era salita a 40°C. I medici avevano detto a Mike e Kerry di dare al figlioletto il loro ultimo saluto. Avevano sbagliato perché le condizioni di Dylan, all’improvviso, erano migliorate. Dylan era uscito dal coma.

Lo stupore di Mike

‘È davvero un miracolo che sia sopravvissuto senza alcun danno duraturo da quella saturazione di ossigeno’, ha concluso Kerry. Il padre di Dylan, Mike, ha invece dichiarato: ‘È incredibile, monitoriamo i suoi livelli di ossigeno tutto il tempo e in realtà sta funzionando meglio del normale. Di notte, quando dovrebbe essere intorno al 90 e al 95%, è al 98%. Pensiamo che forse stava funzionando con una capacità polmonare del 20%; ora ha circa l’80% che il suo corpo non sa cosa farsene. Ci siamo sentiti così orribili quando abbiamo dovuto dire addio e anche quando si è ripreso c’erano sentimenti contrastanti. Mi sentivo in colpa per aver accettato di spegnere la macchina’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.