Cronaca

Bitonto, anziana usata come scudo umano e uccisa

Bitonto Bari Casadibari anziana sparatoriaTragedia in strada a Bitonto (Bari). Una donna di 84 anni ha perso la vita a causa di numerosi colpi di mitraglietta. L’anziana sarebbe stata usata come scudo umano dal vero bersaglio dei killer, ovvero un uomo con precedenti per precedenti per spaccio. Ora il pregiudicato è in ospedale perché è rimasto ferito. Tutto è accaduto alle prime ore del mattino nei pressi di Porta Robustina, all’ingresso del centro storico della cittadina in provincia di Bari.

Pregiudicato Casadibari vero obiettivo dei killer

Il vero destinatario dei colpi che hanno freddato la signora di 84 anni era il ventenne Giuseppe Casadibari. Quest’ultimo è però rimasto ferito al torace.

Casadibari ha diversi precedenti penali legati allo spaccio di stupefacenti. Ora le forze dell’ordine stanno cercando di trovare un eventuale collegamento tra l’agguato e la sua fedina penale sporca.

Un commando di uomini armati ha ucciso, stamane, la povera Anna Rosa Tarantino. La signora stava passeggiando quando è stata colpita da numerosi proiettili, che non le hanno lasciato scampo.

Gli operatori del 118 sono arrivati immediatamente nel luogo della sparatoria ed hanno trasportato l’anziana all’ospedale San Paolo di Bari. Purtroppo la Tarantino è spirata in ambulanza, prima dell’arrivo al nosocomio barese.

Il cadavere dell’anziana e il ferito sono stati scoperti dagli investigatori in zone diverse. Sul caso stanno compiendo accertamenti Polizia e carabinieri.

Prima della sparatoria, erano stati sparati diversi colpi d’arma da fuoco contro una casa in via Pertini, sempre a Bitonto, dove vive un esponente della criminalità locale. I due episodi sono collegati? Lo dovranno scoprire gli inquirenti.

Bitonto: ucciso anche un cane

Poco dopo l’uccisione della signora Tarantino, è stato trucidato, sempre a colpi d’arma da fuoco, un cane. Una circostanza misteriosa. Perché è stato ucciso anche l’animale?

Il cane, secondo le ultime informazioni, è stato colpito da diversi colpi in una zona densa di case popolari, dove risiedono molte persone vicine alla malavita bitontina. Tra l’altro, in zona c’è anche la stazione dei carabinieri.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.