Bomboletta di panna scoppia e uccide blogger Rebecca Burger

By | 22 giugno 2017

Bomboletta panna esplode e uccide Rebecca Bruger, nota blogger franceseMorire in modo strambo, per una bomboletta di panna spray. E’ accaduto in Francia. La blogger francese Rebecca Burger è stata colta da un arresto cardiaco letale dopo lo scoppio della bomboletta, che ovviamente era difettosa. La tragica notizia è stata annunciata dai parenti della blogger e dalla BBC. Un componente della famiglia di Rebecca ha postato sul suo profilo Instagram, seguito da tantissime persone, l’immagine dell’oggetto che ha stroncato l’esperta di sport, fitness e lifestyle. La bomboletta sarebbe esplosa immediatamente ed avrebbe provocato serie lesioni al petto della donna, nonché un arresto cardiaco. ‘Non utilizzatelo a casa vostra’, recita il post su Instagram, ricordando che bombolette del genere sono ancora in circolazione. Tali oggetti sarebbero difettosi, quindi vanno assolutamente evitati. Rebecca, purtroppo, non sapeva che quell’oggetto le sarebbe costato la vita.

Il fisico perfetto di Rebecca

Rebecca Burger era bionda ed aveva un fisico perfetto grazie a tanto sport e a una dieta bilanciata e salutare. Sul suo blog Rebeccalikes.com postava molti consigli sulla cura del corpo e sul training. Seguitissimo anche il suo canale YouTube, che contava circa 2.000 iscritti. Rebecca voleva consumare un po’ di panna, domenica scorsa, facendo uno ‘strappo’ alle rigide regole alimentari che seguiva da sempre. La bomboletta, però, è scoppiata all’improvviso. Un botto forte e la morte. Il dramma si è consumato a Galfingue. Inutile il tempestivo intervento degli operatori sanitari, che hanno provato più volte a rianimare la nota blogger francese. Le Parisien, tabloid francese, ha sottolineato che la storia delle bombolette di panna difettose era già stata portata alla ribalta, tre anni fa, dal sito 60 millions de consummateurs, che ne aveva sottolineato l’enorme pericolosità.

Un dispenser, dunque, può costare la vita. Lo sanno bene i familiari di Rebecca Burger, che hanno visto la loro cara volare in cielo improvvisamente. In queste ore, i fan della blogger stanno postando innumerevoli messaggi di cordoglio, stringendosi attorno ai cari della ragazza. Un utente, ad esempio, ha scritto: ‘Sono così sconvolto. Lasciare questo mondo in tal modo è così tragico, così ingiusto e così atroce. Se n’è andata facendo quello che le piaceva fare di più: trasmettere felicità alle persone’. Un altro internauta si è detto dispiaciuto per la prematura scomparsa di Rebecca. Il profilo Instagram di quest’ultima è stato letteralmente preso d’assalto nelle ultime ore. La blogger vi aveva postato una sua immagine qualche giorno fa. I media francesi hanno reso noto che la morte della trentenne è stata dovuta a un arresto cardiaco, dopo innumerevoli tentativi di rianimazione.

I dispenser pericolosi

Il decesso della Burger ha riaperto la polemica sui dispenser pericolosi. Il sito 60 Millions ha comunque assicurato che le bombolette commercializzate dopo il 2015 dovrebbero essere più sicure. Lo scoppio di una bomboletta della panna può causare ferite e danni seri a una persona, come la frattura dei denti o la perdita degli occhi. Quattro anni fa, una persona rimasta vittima dell’esplosione di un dispenser disse: ‘Ho riportato la frattura dello sterno e di sei nervi. All’ospedale mi è stato detto che se lo choc e l’esplosione avessero interessato il cuore sarei morto’. Sembra che tali oggetti possano scoppiare anche dopo anni di utilizzo. L’attenzione non è mai troppa, dunque, in tali casi.

Chi era, cosa faceva e com’è morta Rebecca Burger

In Francia, Rebecca Burger era considerata tra  i guru dello sport e della corretta alimentazione. Il fisico della trentenne, decisamente perfetto, testimoniava la sua grande attenzione allo sport e alla dieta. Oltre a curare il suo blog e a dispensare consigli per godere di un’ottima salute e avere un fisico da urlo, la bionda blogger faceva la modella. Aveva lavorato anche per lo store di salute e fitness Womens’ Best. Tale negozio, in queste ore, ha postato un commosso messaggio: ‘Rebecca era una grande atleta e una persona gentile e generosa con cui lavorare. Preghiamo per lei, affinché possa restare in pace, e per i familiari. Saremo sempre fieri di te Rebecca’.

loading...

La NBC ha riferito che la blogger francese era anche famosa per la sua partecipazione alle competizioni di fitness, in tutto il mondo. Di recente, ad esempio, si era classificata ottava all’Arnold Classic, gara svoltasi a Columbus, in Ohio. Dopo tanti consigli, raccomandazioni e successi, Rebecca Burger è stata tradita da un incidente domestico. Una semplice bomboletta di panna l’ha stroncata. Fatale il colpo al petto, che le ha provocato un arresto cardiaco. I parenti di Rebecca, adesso, stanno mettendo in guardia la popolazione a fare attenzione ai dispenser, perché quelli difettosi sono ancora in circolazione.

La morte della giovane blogger francese solleverà sicuramente anche dibattiti sul corretto uso e smaltimento delle bombolette che solitamente contengono deodoranti, lacche, prodotti alimentari, vernici ed altro. Gli esperti raccomandano, prima di gettare tali dispenser, di assicurarsi che siano effettivamente vuoti. Il motivo? C’è il rischio che possano esplodere alle alte temperature o a contatto con determinati materiali, magari in fase di compattazione. Rebecca Burger non stava gettando quella bomboletta, la stava semplicemente usando. Lo scoppio è stato inaspettato. La morte della Burger è stata subito annunciata dai suoi cari e poi confermata dalla Polizia, che ha subito aperto un’inchiesta. La tragedia arriva dopo due episodi simili accaduti sempre in Francia nel 2014. L’INC (Istituto Nazionale dei Consumatori) aveva già avvertito, in passato, della pericolosità di tali dispenser (marchio Ard’Time), sostenendo che il coperchio di plastica non sarebbe stato in grado di tollerare la pressione dell’anidride carbonica all’interno.

La cura del corpo

La cura del corpo veniva prima di tutto per la Burger, modella e blogger francese che la scorsa settimana è rimasta coinvolta in un brutto incidente domestico. Nel corso di un’intervista, rilasciata nel 2014, Rebecca aveva detto che lo sport era sempre stato un elemento fondamentale della sua vita. Quando era una ragazzina, la modella francese amava giocare a pallavolo. Pian piano, poi, iniziò ad ‘abbracciare’ altre discipline sportive, come il body building. A portare, per la prima volta, in palestra la blogger fu un’amica, grande amante del sollevamento pesi. La stessa insegnò alla giovane Rebecca cosa e come mangiare per restare in forma ed avere un fisico mozzafiato. ‘E’ davvero sorprendente e amo l’idea che c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare!’, aggiunse la Burger durante l’intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *