News

Bono degli U2 rivela perché indossa sempre occhiali da sole

Bono e gli occhiali da sole

bono
Finalmente, dopo centinaia di apparizioni negli ultimi anni, Bono spiega perché indossa sempre occhiali da sole.
A dispetto dell’opinione comune, ovvero che si tratti unicamente dell’immagine tipica della fabbrica rock star – dietro cui si celano anche sponsor e incassi – la verità è che Bono soffre di glaucoma.

Il glaucoma provoca un accumulo di pressione nel bulbo oculare, che può danneggiare il nervo ottico e portare alla cecità se non trattato adeguatamente. Il glaucoma porta gli occhi ad essere più sensibili alla luce, di conseguenza occorre proteggerli dai raggi solari indossando occhiali da sole.
L’ammissione di Bono, dopo decenni di silenzio, è finalmente arrivata durante una sua intervista al Graham Norton Show. Bono era insieme al resto della band per promuovere il  nuovo album, Songs Of Innocence, che è stato rilasciato in commercio questa settimana.
Quando Norton ha chiesto al cantante se toglie mai gli occhiali da sole, Bono ha risposto, “questo è una buona occasione per spiegare alla gente che ho avuto il glaucoma negli ultimi 20 anni. Ho seguito dei buoni trattamenti e sta andando bene. Non avrai mica intenzione di giocarti la frase: ‘Ah, povero vecchio cieco Bono’.”

L’album ha causato qualche polemica dopo che è stato scaricato automaticamente sulle liste di clienti di iTunes.
La trovata pubblicitaria ha infastidito molti utenti che preferivano che venisse loro chiesto se volevano o meno scaricare l’abum.
Parlando del furore, Bono ha detto Norton: “Volevamo fare qualcosa di cool ma sembra che alcune persone non credano in Babbo Natale.Tutti coloro che erano disinteressati degli U2 ora sono arrabbiato con gli U2. Per quanto ci riguarda, si tratta di un miglioramento”.

Egli ha anche affrontato la questione in un’intervista che la band ha fatto con i propri fan tramite la pagina ufficiale di Facebook.
“Ho avuto questa bella idea e siamo riusciti a portarla avanti, gli artisti sono inclini a questo genere di cose. Una goccia di megalomania, un tocco di generosità, un pizzico di auto-promozione, e la profonda paura che queste canzoni su cui abbiamo versato la nostra vita nel corso degli ultimi anni potrebbero non essere ascoltate. C’è tanto caos là fuori. Credo che, abbiamo avuto un po’ di difficoltà a passarci dentro”.

No Responses

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.