Cagliari, Igor Diana confessa omicidio genitori

By | 13 maggio 2016

Svolta nelle indagini sulla morte dei coniugi di Settimo San Pietro, i cui cadaveri sono stati ritrovati nella loro abitazione. Ad uccidere la coppia sarebbe stato il figlio adottivo, Igor Diana, 28 anni, che avrebbe confessato il misfatto. L’uomo ora si trova in ospedale per le ferite riportate durante un conflitto a fuoco con le forze dell’ordine anteriormente al suo arresto. Il ragazzo, ora, è accusato non solo di duplice omicidio volontario ma anche di tentato omicidio nei confronti delle forze dell’ordine. Secondo gli investigatori, Igor avrebbe passato due giorni in casa vicino ai cadaveri del padre e della madre. Una storia incredibile, triste ed agghiacciante. Diana ha freddato come se nulla fosse il padre e al madre. L’uomo sarà sottoposto a perizia psichiatrica ma, secondo la sua ex fidanzata, Vanessa Picci, Igor è capace di intendere e volere. Il vero problema del 28enne sarebbe la sua dipendenza da alcol e droga. Vanessa ha rivelato, durante un’intervista all’Unione Sarda, che il suo ex guidava quasi sempre ubriaco e drogato anche se aveva causato numerosi incidenti stradali in passato. E’ stata fortunata la Picci, perché altrimenti adesso sarebbe stata la fidanzata di un uomo che ha trucidato il padre e la madre, Giuseppe Diana e Luciana Corgiolu. Vanessa e Igor si erano conosciuti sui banchi di scuola: frequentavano la stessa classe del liceo ‘Pitagora’ di Selargius. La storia d’amore, però, durò a lungo, ben 10 anni durante i quali i due ebbero anche una bimba. Tutto sembrava bellissimo, armonioso, ma un certo punto Igor diventò rissoso, brutale. Secondo Vanessa, il carattere del suo ex cambiò dopo l’anno di militare:

“Ha cominciato a litigare sempre più spesso coi genitori, i suoi e i miei. Mio padre è dovuto intervenire più volte. Voleva soldi, sempre più soldi. E alla fine ha cominciato a mettermi le mani addosso, a bere, a drogarsi. Mi ha distrutto l’auto, quando se la prendeva per qualcosa scattava e dava colpi a tutto ciò che gli capitava a tiro”.

Vanessa non riusciva più a sopportare quell’uomo manesco, violento, irascibile che passava il tempo a collezionare incidenti stradali dovuti alla guida sotto effetto di droga e alcol, e decise di troncare la relazione. Lui non si fece vedere per un anno circa, poi si ripresentò per far valere i suoi diritti di padre. La Picci ha detto a riguardo:

“Voleva farmi firmare dei documenti sull’affido della bambina. Gli ho detto do no e che avrei parlato con lui solo tramite il mio avvocato. Dicono che non volevo farli vedere la figlia ma è falso; l’ultima volta è stato quando me lo ha chiesto 3 mesi fa”.

Perché Igor ha massacrato padre e madre? Vanessa non lo sa, ma ha riferito quello che il fratello minore dell’omicida, Alessio, le aveva rivelato qualche giorno fa:

“Domenica mattina aveva (Igor, ndr) litigato coi genitori, era dovuto intervenire Alessio per calmarlo, aveva paura potesse accadere qualcosa”.

loading...

Due fratelli, Igor e Alessio, che hanno preso strade diverse: il primo quella della perdizione; il secondo quella della correttezza. I due vennero adottati in Russia dalla famiglia Diana quando erano ancora molto piccoli. L’altro giorno è stato proprio Alessio, che lavora nell’Esercito, ad allertare le forze dell’ordine, visto che non riusciva più a mettersi in contatto telefonicamente coi genitori. Poi ha chiamato una zia chiedendole di recarsi dai genitori perché aveva paura. Il timore, a quanto pare, era più che fondato. Igor ha ucciso i due genitori con una grossa mazza da baseball e un coltello; poi, come se non avesse compiuto nulla, ha trascorso due giorni con i cadaveri in casa e si è recato in un bar, il cui titolare ha rivelato:

“Non sembrava uno che avesse ucciso i genitori. Era sereno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *