Calcio, Johan Cruijff è morto: vizio del fumo l’ha tradito

By | 24 marzo 2016

Johan Cruijff mortoLutto nel mondo del calcio. E’ morto l’olandese Johan Cruijff, straordinario olandese che sbalordì con le sue giocate. Lo sportivo, 68 anni, è stato stroncato da un tumore ai polmoni, male che lo affliggeva da tempo

 

 

Triste annuncio su Facebook

Il decesso di Cruijff ha lasciato di stucco. Calciatori del genere non nascono tutti i giorni. Sconcerto soprattutto in Spagna e in Olanda, dove il giocatore operò maggiormente, mandando in estasi tifosi, compagni e club. Johan è senz’altro uno dei 5 migliori calciatori di sempre, un ‘monumento’ del calcio di ieri, di oggi e di domani. Grande giocatore prima ed immenso allenatore poi, Cruijff ha sempre sbalordito tutti, vincendo nell’arco della sua straordinaria carriera ben 3 Palloni d’Oro. L’anno scorso al campione era stato diagnosticato un cancro ai polmoni, malattia che, alla fine, l’ha ucciso. L’annuncio della morte di Johan è stato diffuso su Facebook:

“Il 24 marzo 2016 Johan Cruijff è morto a Barcellona, circondato dalla sua famiglia, dopo una lunga lotta contro il cancro. Chiediamo che la privacy della famiglia sia rispettata”.

Vizio del fumo l’ha ucciso

loading...

Il tumore ai polmoni è stato il male che ha ucciso Cruijff, campione che in passato ha avuto vari ictus a causa del vizio del fumo. Johan non sapeva dire no alle sigarette: fumava sempre e ovunque. Un vizio che gli è costato caro. Il campione olandese ottenne la maggior parte dei riconoscimenti con la maglia del Barcellona e dell’Ajax. Con quest’ultima squadra vinse 3 Coppe Campioni consecutive, dal 1971 al 1973; poi passò al Barcellona, dove diventò un punto fermo sia in veste di calciatore che di ct. Proprio grazie a Cruijff, nel 1992, il club spagnolo vinse la sua prima Coppa Campioni.

Per molti Cruijff è stato il migliore calciatore al mondo, addirittura più forte di sportivi del calibro di Platini, Pelè e Maradona. Voi che ne pensate?

Johan, lo scorso febbraio, aveva affermato che il trattamento a cui si stava sottoponendo per combattere il cancro stava dando risultati positivi e che presto si sarebbe ripreso completamente:

“Dopo diversi trattamenti medici posso dire che i risultati sono stati molto positivi grazie all’ottimo lavoro dei medici, l’affetto della gente e la mia mentalità positiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *