Campione di body building stroncato da infarto: addio a Enrico Vignotto

By | 30 ottobre 2016

E’ stato probabilmente un arresto cardiaco a stroncare, ieri, il campione di body building Enrico Vignotto, 51 anni. Lo sportivo stava facendo colazione assieme alla moglie quando, all’improvviso, ha accusato un dolore al petto ed è caduto per terra. E’ successo a San Donà, dove Vignotto era molto conosciuto.

La morte inaspettata di Enrico Vignotto

Lutto nel mondo del body building. Una morte inaspettata quella di Enrico Vignotto, sportivo che curava molto il suo fisico e la sua salute. La morte dell’uomo, che avrebbe compiuto 51 anni a dicembre, è avvenuta verso le 7.30 di ieri. La compagna del body builder ha subito chiamato del 118 e, in attesa dell’arrivo degli operatori, gli ha praticato un messaggio cardiaco. Sul posto è arrivato anche il fratello di Vignotto, Michele, capo divisione dei vigili del fuoco. Nessuno è riuscito a salvare la vita dello sportivo.

Enrico Vignotto era titolare di una ditta di serramenti assieme al fratello Michele. 2 anni fa era diventato campione di body building over 45. Lutto a San Donà di Piave, dove Enrico era molto conosciuto. Il campione di body building è stato stroncato da un infarto mentre faceva colazione. La prima a soccorrerlo è stata la compagna; poi sono arrivati il fratello e gli operatori del 118. Tutti sapevano, a San Donà, che Enrico curava molto il suo fisico e la sua salute; quindi la notizia ha sconvolto la comunità. Secondo le ultime informazioni, quando il personale del 118 è arrivato a casa del body builder, in via Tagliamento, non c’era più nulla da fare.

Enrico era titolare di una ditta di serramenti

Quando non lavorava, Enrico si dedicava al body building, la sua passione. Anche la sorella di Vignotto, Elisabetta, è una grande sportiva. E’ considerata da molti una delle calciatrici professioniste italiane più talentuose di sempre.

Se n’è andato un uomo generoso, allegro e solare. Enrico Vignotto aveva un fisico scultoreo, tanti muscoli e un cuore d’oro. Dava il massimo e si metteva sempre a disposizione del prossimo. Il funerale si svolgerà domani, presso il duomo di San Donà di Piave.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *