Cape Canaveral, il vettore Falcon9 esplode durante le prove pre-lancio

By | 1 settembre 2016
loading...

Attimi di paura questa mattina in Florida alla base di lancio di Cape Canaveral, dove due forti esplosioni hanno prodotto un boato che ha scosso gli edifici vicini nel raggio di chilometri. Sulla pista si stavano effettuando i test pre-lancio del Falcon9, un vettore di nuova generazione prodotto dalla compagna privata SpaceX.

L’obiettivo della missione

SpaceX, attiva nel settore aerospaziale dal 2002, è di proprietà del magnate di origine sudafricane Elon Musk, cofondatore di Paypal e CEO di Tesla Motors, società attiva nel mercato delle auto ibride ad alte prestazioni. Tra gli obiettivi della società, c’è il rendere il più economici possibili i viaggi spaziali, in modo tale da poter avviare una colonizzazione di paesi vicini come “Marte”, missione questa che SpaceX ha intenzione di programmare entro il 2024. Il Falcon9 però, fortunatamente, non trasportava persone o esseri viventi di alcun genere: il vettore doveva essere utilizzato per portare in orbita il satellite di fabbricazione israeliana Amos-6, dal valore vicino ai 200 milioni di dollari.

Facebook e SpaceX

Principale collaboratore del progetto è Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, intenzionato a raggiungere con l’Amos-6 un bacino di utenza più elevato. Il satellite sarebbe infatti servito, una volta in orbita, a fornire una connessione Internet alle zone del pianeta non raggiungibili dalle tecnologie attuali, come l’Africa Subsahariana. Come confermato da SpaceX sul proprio account Twitter, il pad ha avuto problemi al momento della prova pre-lancio, problemi che hanno portato all’esplosione del vettore e di tutto il suo contenuto. Fortunatamente è pari a zero il bilancio dei feriti, poichè la pista era deserta e la procedura non prevede la presenza di personale umano: tuttavia, come riportato dalla Nasa, che si è subito distaccata dall’incidente, le fiamme causate dalla forte deflagrazione hanno causato danni consistenti alle strutture vicine, tra le quali potrebbe figurare il Kennedy Space Center, adiacente alla base di Cape Canaveral.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *