Cronaca

Carabiniere uccide immigrato nella tendopoli di Rosarno

Un carabiniere intervenuto per sedare una rissa nella tendopoli di San Ferdinando, a Rosarno (RC), ha sparato contro un immigrato e lo ha ucciso. Sembra che il migrante avesse minacciato con un coltello il militare, che ha reagito sparando un colpo fatale.

Carabiniere minacciato e colpito con un coltello

Si torna a parlare di immigrazione in Italia e degli innumerevoli problemi esistenti nei campi profughi e nelle tendopoli. Le autorità non riescono a garantire, spesso, una vita dignitosa a chi fugge da guerre e carestie e i volontari non riescono a soddisfare tutti i loro bisogni. I migranti che vivono nelle tendopoli italiane sono spesso depressi e sperano in una vita migliore. Le forze dell’ordine dovranno scoprire il motivo per cui due immigrati della tendopoli di San Ferdinando hanno iniziato a litigare in modo acceso. La lite, purtroppo, è costata la vita a uno di essi. Pare che il carabiniere sia stato minacciato con un coltello e per difendersi ha dovuto fare fuoco. Il colpo ha stroncato il migrante.

Tendopoli problematica: necessario superamento

Nella tendopoli di Rosarno, teatro della tragedia avvenuta stamattina, vivono molti immigrati e spesso si verificano litigi. Oggi, però, un alterco ha avuto un triste epilogo. Il carabiniere non voleva certo sparare, ma quando il migrante ha estratto il coltello e lo ha colpito non ha avuto altra scelta ed ha fatto fuoco. L’immigrato di origini africane è morto sul colpo, il carabiniere, invece, ha riportato una ferita guaribile in pochi giorni. Sul posto sono arrivati immediatamente molti colleghi del carabiniere e Ottavio Sferlazza, procuratore della Repubblica di Palmi. La tendopoli di Rosarno è stata spesso al centro dell’attenzione per le condizioni di vita degli ospiti. Qualche mese fa, il comune e diverse istituzioni locali hanno siglato un protocollo per il superamento di tale tendopoli, ma ancora constatiamo che nulla è cambiato. I migranti sembrano ancora lasciati soli a se stessi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.