Carabiniere violenta bambina: onta alla Benemerita

By | 28 settembre 2017

Grosseto, carabiniere arrestato per abusi su una bimbaShock a Grosseto, dove un carabiniere 50enne, in servizio presso la locale stazione avrebbe violentato una bambina di 10 anni. Il militare è stato arrestato dopo aver violato la misura del divieto di dimora nel medesimo Comune e di avvicinamento alla piccola, emessa in precedenza dal gip. Ora l’uomo deve rispondere di violenza sessuale aggravata. Le indagini erano state avviate dopo la denuncia sporta da un familiare della piccola, che dovrebbe ancora compiere 10 anni. Il militare avrebbe perseverato, non rispettando le misure che gli erano state imposte dal giudice, in quanto sospettato di aver abusato della minorenne. Questa mattina è arrivato l’arresto. A mettere le manette al 50enne sono stati proprio i colleghi, che hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip di Grosseto su richiesta della Procura. Secondo le prime indiscrezioni, il carabiniere arrestato era entrato in contatto con la ragazzina per motivi familiari. A denunciare la nauseante vicenda era stata la nonna della bambina, che si era insospettita per il repentino cambiamento del comportamento della nipotina.

Bisogna tutelare la bambina

La denuncia e poi le indagini. Inizialmente, per tutelare la minorenne, la Procura di Grosseto aveva chiesto ed ottenuto dal gip la più lieve misura del divieto di dimora nello stesso Comune della presunta vittima degli abusi. Il carabiniere, però, credendo di farla franca, aveva trasgredito l’ordine e, per questo, è stato arrestato. Come ha ricordato nelle ultime ore il procuratore capo Raffaella Capasso, si è reso necessario preservare l’incolumità della minorenne con ‘la più gravosa misura della custodia cautelare in carcere’.

Gli investigatori hanno riferito che ‘le generalità delle persone oggetto dell’indagine non sono state rivelate a tutela della minore e a salvaguardia della minorenne stessa’.

I carabinieri violenti

Non è decisamente un bel momento per l’Arma dei carabinieri. Recentemente molti episodi di cronaca nera hanno screditato la Benemerita. Uomini con la divisa che, in teoria, dovrebbero essere garanti dell’ordine, della sicurezza e paladini dei cittadini, si sono rivelati degli orchi. La cronaca recente offre molti esempi di abusi commessi dai militari. Il caso di Grosseto, purtroppo, non è isolato.

Tempo fa, vari carabinieri della stazione di Aulla, in Lunigiana, erano finiti in manette per abusi e irregolarità. I militari, in caserma, si sarebbero comportati in modo spregevole nei confronti di cittadini e stranieri senza motivo. Avrebbero usate anche mazze telescopiche per colpire le persone in caserma. Fatti che avevano lasciato di stucco anche Aldo Giubilaro, procuratore di Massa: ‘Quel che colpisce in questa storia non è solo la gravità dei fatti ma anche e soprattutto la loro quasi normalità’.

Molti stranieri che si erano presentati nella caserma di Aulla solo per chiedere documenti sarebbero stati picchiati senza alcun motivo da cinici e spregiudicati carabinieri, appartenenti alle forze dell’ordine ben pagati e rispettati da tutti. Un collega degli arrestati ha confermato gli abusi commessi nella caserma toscana: ‘Era un mondo a parte, sicuramente è mancato il controllo’.

Bisognerà fare chiarezza sugli osceni episodi avvenuti nella caserma di Aulla così come si dovranno fare accertamenti sulla condotta del carabiniere 50enne sospettato di ave abusato di una bambina di quasi 10 anni.

One thought on “Carabiniere violenta bambina: onta alla Benemerita

  1. gaetano

    Di certo c’è che ” l’Arma ” dei carabinieri sta funzionando un pochino troppo. Non si inceppa mai.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *