Cartellone no vax shock: ‘Vaccinarsi non è esente da rischi’

By | 1 marzo 2018

cartello-no-vax-lorenzin-pediatriIn Toscana qualcuno si è divertito ad apporre un cartellone con su scritto: ‘Vaccinarsi non è esente da rischi. E se capitasse proprio a tuo figlio?’. Un manifesto indubbiamente no vax. Non si sa chi abbia apposto il cartellone, visto che non è stato neppure firmato. Sul manifesto sono stati indicati anche i 21.658 casi di effetti sfavorevoli tra il 2014 e il2016. Un manifesto shock, che ha fatto indignare non poco anche i candidati dem Caterina Bini ed Edoardo Fanucci: ‘È inaccettabile che nel 2018 qualcuno possa instillare la paura nei cittadini: è un ritorno al Medioevo’.

Campagne no vax: il parere di due pediatri

Qualcuno cerca di terrorizzare la popolazione snocciolando dati sulle reazioni avverse dell’immunizzazione. Timori infondati per la comunità scientifica. Il tabloid ‘La Nazione’ ha voluto intervistare due autorevoli pediatri, Patrizia Beacci e Andrea Mannini, per porre loro varie domande sui no vax e sulle loro campagne del terrore.

Secondo Beacci e Mannini le parole scritte sul cartello no vax non sono assolutamente corrette: ‘Il messaggio non è corretto, sotto diversi punti di vista. Innanzitutto va spiegato che cosa si intenda per reazione avversa. Secondo l’Aifa (agenzia italiana del farmaco), per reazione avversa al vaccino, si intende qualsiasi evento di natura medica (incluso un lieve malessere o un eritema localizzato) che avviene dopo la vaccinazione che non necessariamente è da collegare alla somministrazione del vaccino. La reazione avversa ha infatti ha un rapporto temporale e non causale con la somministrazione del vaccino. Quello che non viene detto è l’entità della reazione ed il provato rapporto con la vaccinazione…’.

Perché non vengono indicati i casi di persone salve grazie ai vaccini?

I pediatri non riescono a capire il motivo per cui non vengano indicati gli effetti ostili dei medicinali. I no vax, poi, dimenticherebbero di indicare il numero di donne che si sono salvate grazie all’immunizzazione.

Gli esperti dicono che, ad esempio, la vaccinazione contro il Papilloma virus ogni anno permette di salvare 1.500 donne l’anno. Il Papilloma virus è la seconda neoplasia femminile per diffusione. ‘Nel 2017, se non avessimo avessimo avuto il vaccino, avremmo registrato 8mila casi di poliomielite, molti di più dei casi di reazioni avverse, comprese le lievi. Tutto questo ci fa capire che la salute è bene collettivo e come tale va tutelato. Le politiche sanitarie di un Paese devono avere questo scopo, senza esitazioni’, aggiungono i pediatri.

Il video su Facebook di Beatrice Lorenzin

Critica duramente i cartelloni no vax anche la ministra della Salute Beatrice Lorenzin, che nei giorni scorsi ha pubblicato un video su Facebook per esprimere la sua ferma opposizione ad azioni simili: ‘Questo è uno dei tanti vergognosi cartelloni che sono affissi in Emilia Romagna e credo anche in altre parti d’Italia. Sono assolutamente sconcertata per questo tipo di cartellonistica che crea procurato allarme! Chi fa queste operazioni, fa sciacallaggio e crea panico nelle persone. Questa è una vergogna, siamo fuori dall’ambito della civiltà. Chi è questo Movimento di resistenza umana? Andiamo a vedere su internet e troviamo un personaggio, un tale Massimo Rodolfi, che si dichiara esperto in esoterismo, in simbolismo, un maestro di yoga, un guru che scrive cose sulle scie chimiche, contro le vaccinazioni, raccontando tutte le balle su nanoparticelle e altre sciocchezze che abbiamo sentito in questi mesi in Parlamento dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega Nord…’.

Il video termina con l’invito della ministra a non diffondere più messaggi shock, a non esortare le famiglie allo scetticismo verso i vaccini perché così si mette in pericolo la vita dei bimbi e degli adulti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.