Cascia, vento forte spazza via tende sfollati

By | 6 novembre 2016

Adesso ci si mette anche il vento a complicare la vita degli sfollati del Centro Italia. Lo sciame sismico non accenna a diminuire nelle zone colpite dal violento terremoto dello scorso 30 ottobre 2016. Alle 4.19, ad esempio, è stata avvertita una potente scossa tra Pieve Bovigliana e Pieve Torina. Il maltempo e la nebbia, adesso, complicano la vita agli sfollati e ai soccorritori.

Tende rimontate dai volontari delle Misericordie

Molte zone d’Italia, nelle ultime ore, sono interessate da forti raffiche di vento. A Cascia il vento ha divelto le tende allestite per la mensa dei terremotati. Le strutture sono state prontamente rimontate dai volontari delle Misericordie, costretti così a svolgere un lavoro ulteriore. In questa mensa vengono somministrati giornalmente circa 1500 pasti a tutte le persone rimaste senza casa dopo le recenti scosse sismiche. Persone che hanno perso tutto ed ora sono afflitte. Cascia, uno dei paesi più colpiti dal sisma, cerca di tornare alla normalità, anche se non è facile.

Nel paese di Santa Rita, stamani, a mezzogiorno, verrà celebrata una messa all’aperto, in quanto è stata disposta la chiusura di tutte le chiese. Gli edifici sacri, prossimamente, verranno sottoposti ad accertamenti sulla loro agibilità. La messa delle 12 si svolgerà nel parcheggio Leone XIII, dove i volontari della Protezione civile hanno approntato anche servizi igienici, mensa e ambulatorio per gli sfollati.

Messa all’aperto anche a Norcia

La maggior parte delle chiese ubicate nelle zone più colpite dal terremoto sono state chiuse per ovvi motivi precauzionali. Bisogna verificare le condizioni strutturali. Messa all’aperto oggi, 6 novembre 2016, anche a Norcia: appuntamento agli impianti sportivi, sulla statale 685.

Quella di ieri è stata una giornata alquanto ‘vivace’ sul versante delle scosse sismiche. I sismografi dell’INGV hanno registrato più di 220 scosse nel cratere sismico tra perugino, maceratese, reatino e ascolano. La maggior parte delle scosse, comunque, ha avuto una magnitudo non superiore al grado 3. La terra trema ancora nel Centro Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...