Chicago, scambia freezer per ascensore e muore

By | 15 settembre 2017

Chicago, morta nel freezer: credeva di entrare in ascensoreE’ mistero, a Chicago, sulla morte di Kenneka Jenkins. La 19enne aveva partecipato a una festa presso il Crowne Plaza Hotel venerdì scorso ma aveva fatto perdere le sue tracce. Le amiche avevano detto agli investigatori che Kenneka aveva bevuto molto alcol. La giovane era dunque ubriaca e, probabilmente, per tale ragione aveva scambiato un freezer per un ascensore ed era entrata. Un gesto che le è costato la vita. Dopo continue ricerche e la denuncia della scomparsa presentata dalla madre, il cadavere della 19enne è stato ritrovato, domenica scorsa, nel congelatore del prestigioso albergo americano. Le circostanze della morte della giovane Jenkins sono poche chiare. La Polizia indaga sulla vicenda e, intanto, molti internauti criticano l’operato degli agenti, secondo loro troppo lenti nel compiere gli accertamenti. Sul web sono stati postati centinaia di commenti. C’è chi ipotizza un disinteresse delle autorità per il ritrovamento della 19enne perché era di colore. Tutto da vedere. L’unica cosa sicura è che Kenneka è morta in un freezer. Come ci sia finita è da verificare.

I filmati che mostrano la 19enne

Alcol, incidente od omicidio volontario? Domande a cui è impossibile, adesso, rispondere. Diversi filmati pubblicati in Rete mostrano Kenneka mentre balla e beve alcol insieme ai suoi amici. Sembra stesse festeggiando il suo nuovo lavoro: era stata assunta in una clinica privata. La 19enne, come risulta dai filmati, era felice prima di morire. Poi è accaduto qualcosa di terribile.

Sulla morte di Kenneka Jenkins sono state fatte molte ipotesi e molte se ne faranno. C’è chi vuole sostituirsi ai poliziotti e scoprire perché la 19enne è morta, perché è entrata in quel freezer. Si scoprirà la verità? Non si esclude nessuna ipotesi attualmente, neanche quella della tragedia correlata all’alcol. E’ probabile, infatti, che la ragazza, sotto i fumi dell’alcol, non si fosse accorta che quello non era un ascensore ma un congelatore.

La disperazione di Tereasa Martin

Tereasa Martin, madre di Kenneka, è disperata ed accusa la Polizia di non aver iniziato subito a compiere le indagini sulla scomparsa della figlia. Insomma, secondo lei gli agenti avrebbero trattato il caso superficialmente.

Il Rosement Public Safety Department ha reso noto di aver scoperto il cadavere domenica mattina. La signora Martin non pensa che la figlia sia entrata nel freezer perché ubriaca. Per lei Kenneka è rimasta vittima di un gioco brutale. ‘Come potrebbe, una ragazza ubriaca, aprire una porta così pesante?’, si domanda la mamma della 19enne.

Il detective Joe Balogh, portavoce della Polizia di Rosemont, ha dichiarato di non poter fornire ulteriori dettagli sulla vicenda perché le indagini sono ancora in corso: ‘I nostri detective stanno lavorando alacremente per sentire tutti coloro che si trovavano nell’hotel quella sera’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *