Cicciobello Morbillino fa infuriare Burioni: malattie banalizzate

By | 6 aprile 2018

cicciobello-morbillino-giochi-preziosi-burioniIl celebre virologo Roberto Burioni ha pensato a un pesce d’aprile, così come molti utenti dei social, quando ha visto l’ultimo giocattolo di ‘Giochi Preziosi’, Cicciobello Morbillino. Tutto vero, invece, altro che pesce d’aprile o bufale! Si tratta di un bambolotto pieno di punti rossi, quelli che compaiono sul corpo di una persona affetta da morbillo. Basta una salviettina, un po’ di cerotti e una crema per curare il morbillo. Nella realtà ovviamente il morbillo non si cura così facilmente. Ecco perché Burioni è inviperito.

‘Attendiamo il Cicciobello Linfomino’

‘Giochi Preziosi’ è finita sulla graticola a causa di Cicciobello Morbillino, la versione ‘malata’ del popolare bambolotto che ha mandato invisibilio generazioni di bambine. L’azienda di giocattoli è accusata di rendere banali importanti malattie, come il morbillo appunto.

Roberto Burioni, accennando a Cicciobello Morbillino, ha scritto su Twitter: ‘Attendiamo il Cicciobello Linfomino e pure quello Meningitino. Mi chiedo chi siano questi geni che banalizzano malattie gravi senza rispetto per i malati e per i loro familiari. E pensare che me la prendo con gli antivaccinisti’. Dello stesso avviso del popolare virologo tanti internauti. Molti ritengono che Cicciobello Morbillino diffonda il messaggio subliminale del no vax; altri considerano il bambolotto uno sprone a curare le malattie con l’omeopatia.

No comment di Giochi Preziosi

Qualche utente del web ha cercato di gettare acqua sul fuoco: ‘Addirittura accanirsi contro un giocattolo? Ma neanche nell’era fascista si è vista una censura nei confronti di un giocattolo. Vengono ammessi giochi violentissimi sulla play’.

Un altro internauta ha scritto: ‘Penso che la bambola con il morbillo sia non per banalizzare bensì per aiutare verso la guarigione i bambini a casa contagiati, che così possono condividere la cura con l’amata bambola’. Giochi Prezioni non ha ancora rilasciato alcun commento e non ha replicato alle innumerevoli critiche.

Medici e giornalisti contro Cicciobello Morbillino

Tra gli acerrimi nemici di Cicciobello Morbillino ci sono tanti giornalisti scientifici, divulgatori e medici. Cristina Da Rold, ad esempio, ha twittato: ‘Per conto mio dovreste ritirare immediatamente questo prodotto. Noi giornalisti scientifici, per non parlare dei medici, cerchiamo ogni giorno di sensibilizzare sul problema e voi proponete una cosa del genere? Ma scherziamo?’.

La recente scelta di Giochi Preziosi è stata biasimata anche da
Roberta Villa, che ha scritto ‘Vaccini. Il diritto di non avere paura’: ‘Il morbillo non passa con colorati cerottini, cremine e salviettine. E cavalcare l’onda di chi lo banalizza per giustificare il rifiuto dei vaccini è da irresponsabili’.

Le polemiche, a distanza di svariati giorni dall’avvento di Cicciobello Morbillino, non si sono placate. L’associazione IoVaccino ha posto una domanda su Facebook: ‘Non era vostra intenzione banalizzare una malattia che continua a uccidere 400 bambini al giorno e in Italia ha già ucciso 3 persone nei primi 3 mesi del 2018, vero? […] Vent’anni fa non c’erano né la stessa diffusione del vaccino né la cultura della responsabilità sociale delle imprese: non sarà il momento di inventare nuovi giochi?’.

Non accetta il nuovo bambolotto di Giochi Preziosi nemmeno il presidente dell’Istituto superiore di sanità Walter Ricciardi, secondo cui il giocattolo favorisce la ‘banalizzazione e sottovalutazione di una patologia che, come tutte le malattie virali, è molto insidiosa’.

Cicciobello Morbillino giocattolo delle polemiche. Secondo voi, Giochi Preziosi dovrebbe davvero ritirarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.