Cieco con cane guida allontanato dal medico: ‘La bestia qui non entra’

By | 2 febbraio 2018

Cieco-medico-cane-guidaCaso triste e curioso a Torino. Un medico ha impedito a un cieco di entrare nel suo studio. Il motivo? Insieme al non vedente c’era il cane guida. Forse l’oculista non sapeva che per un non vedente è determinante il cane guida. L’animale permette alle persone che hanno perso la vista di camminare, di uscire di casa e compiere attività che altrimenti non riuscirebbero a svolgere. O forse il medico ne era al corrente ma ha fatto finta di nulla perché non tollera i cani? Fatto sta che il dottore, quando ha visto il cieco nel suo studio, ha detto: ‘La bestia qui non entra, avanti un altro’.

La legge 37 del 1974

Il non vedente torinese non si sarebbe mai aspettato di ricevere un trattamento del genere da un medico oculista. Quest’ultimo lo ha allontanato dallo studio a causa del suo cane Fuego. Un fatto deplorevole avvenuto nella sala di attesa di uno studio della Asl di Torino.

In base alla legge 37 del 1974, i ciechi possono entrare negli esercizi aperti al pubblico con il cane guida. Nessuno può impedirglielo. Ecco perché nello studio medico sono arrivati subito i poliziotti. La visita medica, però, è saltata ugualmente. L’invalido torinese si è sentito ferito ed ha deciso di denunciare il sanitario.

Oculista che rinuncia a visitare un cieco

Una storia piena di interrogativi. Perché quel medico si è rifiutato di visitare quel cieco? E’ possibile negare una visita medica per via di un cane guida? Certamente, un oculista non dovrebbe mai rifiutarsi di visitare un cieco. Per nessun motivo.

loading...

Quando si parla di cani guida bisogna sfatare qualche falso mito. il primo è quello dello sfruttamento. Non è affatto vero che tali animali sono sottoposti a pesanti sacrifici dalla mattina alla sera. Il cane guida è come tutti i suoi simili: quando, la sera, termina il suo ‘incarico’ può fare quello che vuole, e magari giocare con altri cani e correre.

Sebbene i cani guida trascorrano gran parte della giornata con i loro proprietari, non è giusto credere che siano sfruttati e che non possano giocare con altri cani. Tutto sbagliato, tutto infondato.

Quali sono le razze migliori per essere addestrate? Beh, è indubbio che i migliori cani guida siano i labrador, i pastori tedeschi e i golden retriever.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *