Cimici asiatiche infestano anche Roma: come combatterle

By | 23 ottobre 2017

Cimici asiatiche terrorizzano i romaniA Roma è allarme cimici asiatiche. Tali insetti stanno creando seri problemi specialmente ai residenti del quartiere Prati. Molti appartamenti sono letteralmente infestati da tali insetti; inoltre non è raro vederli morti sui marciapiedi e sui terrazzi. Molte persone che vivono in via Candia e viale Germanico hanno segnalato cimici asiatiche attaccate sulle persiane. Ora tali insetti non rappresentano più un danno solo per le coltivazioni ma anche per la vita dei romani, specialmente quelli che risiedono nel quartiere Prati. Le cimici asiatiche sono comparse per la prima volta in Italia cinque anni fa. A notarle furono numerosi abitanti dell’Emilia Romagna. Si tratta di insetti lunghi una decina di millimetri, dalla colorazione grigia e marrone. Non è difficile dunque riconoscerli. Non è facile, invece, combatterli. Coldiretti ha chiarito il motivo per cui le cimici asiatiche tendono ad assediare gli appartamenti: ‘E’ molto difficile la lotta contro questo insetto, assai prolifico, che da adulto è in grado di volare per lunghe distanze alla ricerca del cibo; e sverna come adulto in edifici o in cassette e anfratti riparati per raggiungere in primavera le piante per deporre le uova’. 

Residenti del quartiere Prati chiedono disinfestazioni

Orti, campi e frutteti lombardi e piemontesi sono assediati da tempo dalle cimici asiatiche, rendendo problematica la vita di tanti agricoltori. Adesso tali insetti stanno ossessionando i residenti del quartiere Prati di Roma, che hanno già richiesto al Comune di Roma una tempestiva disinfestazione.

L’amministrazione capitolina ha risposto ai residenti del quartiere Prati? Certo che no. Sembra che sia l’Ama che l’ufficio gestione specie sinantropiche se ne siano lavate le mani, sottolineando che la problematica non rientra tra le loro competenze, e comunque dovrebbe ancora passare tempo per ulteriori verifiche. Ma quali riscontri? Ci sono cittadini letteralmente assediati dagli insetti! E’ sconcertante anche il silenzio del Dipartimento Ambiente.

‘Il Servizio Giardini ha inviato dei tecnici per un sopralluogo, senza programmare la disinfestazione. Aspettiamo che il problema diventi endemico?’, ha aggiunto Coldiretti.

Cimici asiatiche: i rimedi

E’ da tempo che la cimice asiatica sta creando disagi anche in Italia. Si tratta di un parassita decisamente più grande e molesto della cimice nostrana. E’ una vera iattura per gli agricoltori perché danneggia frutta e ortaggi. Quando c’è un’aggressione di cimici asiatiche, dunque, il raccolto subirà ingenti danni. Adesso tali insetti stanno attaccando anche le grosse città italiane, tra cui Roma e Milano.

Come si intuisce dal nome, la cimice asiatica ha origini orientali: proviene dal Giappone, dalla Cina e dalla Corea. Il primo avvistamento del parassita in Italia risale al 2012. Se non verranno effettuate in tempi rapidi le disinfestazioni, le cimici asiatiche ‘saccheggeranno’ tante altre città italiane. Bisogna sottolineare che l’insetto non è letale per l’uomo ma crea notevoli danni al raccolto, alla frutta, agli ortaggi e alle piante, poiché è molto famelico.

I fattori che favoriscono la proliferazione della cimice asiatica sono il caldo, l’assenza di piogge e la vegetazione non curata: tali parassiti amano le erbacce.

Se non è in atto una vera e propria infestazione di tali parassiti, uno metodo ottimo per eliminarsi è una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia. Ammessi anche prodotti a base di olio di Neem. Sarebbe ottimale poi catturare gli individui adulti con le trappole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *