Cucina

Cinesi torneranno a mangiare carne bovina italiana, cade il ban

Cina importazione carne ItaliaSoddisfazione per gli allevatori e i produttori italiani di carne bovina. La Cina, dopo 16 anni, ha rimosso il divieto di importazione di carne bovina proveniente dall’Italia. La notizia è stata annunciata dal ministro dell’Agricoltura cinese dall’Amministrazione per il controllo della qualità, l’ispezione e la quarantena a margine del Comitato governativo Italia-Cina che ha visto protagonisti il ministro degli Esteri Alfano e il corrispondente cinese Wang Yi. Italia e Cina hanno dunque raggiunto un accordo sull’esportazione di carne bovina italiana in Cina.

Un anno fa la rimozione del ban sulla carne suina

Prossimamente le autorità cinesi ed italiane dovranno stilare un protocollo sui requisiti sanitari della carne bovina che dovrà essere esportata in Cina.

Qualche mese fa, una rappresentanza di esperti cinesi si era recata in Italia per valutare la copertura sanitaria garantita dall’apparato produttivo italiano. A quanto pare, il sopralluogo è stato importante perché i cinesi si sono resi conto degli standard elevati, in tema di igiene e garanzie sanitarie, esistenti negli allevamenti italiani.

L’anno scorso la Cina aveva rimosso il ban relativo all’importazione di carne suina dall’Italia. Il ministro dell’Agricoltura Martina aveva parlato di un ‘risultato molto importante’ perché avrebbe permesso all’Italia di esportare molta carne in Cina.

L’analista Chenjun Pan non condivideva l’idea di Martina: ‘A mio parere, il cambiamento di politica non causerà immediatamente effetti positivi all’Italia, poiché i prezzi del maiale, in Italia, sono più alti di altri importanti Paesi esportatori, come la Germania’.

Cina consuma molta carne

Il Governo cinese aveva invitato la popolazione, un anno fa, a ridurre drasticamente il consumo di carne.

Le autorità di Pechino avevano anche diffuso linee guida sul consumo di carne, esortando i cittadini a consumarne tra i 40 e i 75 grammi al giorno. Non di più. Nel 2016 , il consumo medio di carne in Cina era il doppio rispetto alle dosi consigliate.

Sebbene la decisione del Governo cinese fosse mirata a migliorare la salute della popolazione, gli ambientalisti l’avevano caldeggiata nella speranza di ridurre l’impatto dell’agricoltura sull’ambiente.

L’OCSE e la FAO hanno dichiarato che in Cina si mangia il 28% della carne nel mondo. Nel 2014 i cinesi hanno mangiato oltre 86mila tonnellate di carne.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.