Criceto vietato in aereo: costretta a gettarlo nel water

By | 9 febbraio 2018

Criceto-gettato-nel-water-in-aeroportoUna studentessa americana è stata costretta da un assistente di volo a gettare il suo criceto nano nel water. E’ successo negli Usa. Belen Aldecosea, 21 anni, doveva tornare in Florida e prima di prenotare il volo aveva chiesto se poteva portare con sé il suo criceto. L’assistente di volo, allora, aveva precisato che non erano ammessi animali del genere in aereo, consigliandole di lasciare libero il criceto o gettarlo nel water. Una storia raccapricciante che, certamente, getta ombre sulla compagnia aerea Spirit Airlines. A riportarla è stato il Miami Herald. Sul web molti internauti stanno esprimendo la loro rabbia per l’atteggiamento disumano della compagnia.

Il regolamento della compagnia aerea

La studentessa americana doveva prendere a tutti i costi quel volo, quindi non aveva avuto altra scelta: Pebbles, esemplare femmina di criceto nano, è finita nel water. Belen ha dovuto rispettare il regolamento della compagnia.

‘Non ho avuto altra scelta. lei era spaventata e lo ero anch’io. Ero terrorizzata all’idea di buttarla nella toilette. Ho pianto immobile per 10 minuti’, ha confessato la 21enne di Miami.

La compagnia aerea dice che nessun dipendente ha costretto la ragazza a disfarsi del suo criceto nano, tantomeno ad ucciderlo. La Aldecosea, comunque, non potrà mai dimenticare la sua piccola Pebbles, animale che le aveva permesso di superare momenti difficili della sua vita, come quelli successivi alla scoperta di un nodulo al collo. Quel criceto era un vero e proprio supporto emotivo per la ragazza: lo attesta anche un certificato medico.

L’opinione di Daphna Nachminovitch

Daphna Nachminovitch, vicepresidente di Peta, associazione che si batte da sempre contro le crudeltà verso gli animali, ha affermato che sia la studentessa che la compagnia aerea dovrebbero essere processate per crudeltà verso gli animali. Belen, che ha già acquistato un altro criceto, ancora non sa se adirà le vie legali contro la Spirit Airlines.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.