Demi Lovato in ospedale, sospetta overdose di eroina

By | 25 luglio 2018

Il sito americano di gossip Tmz ha diffuso per primo la news del ricovero urgente della cantante Demi Lovato: non è  la prima volta che la cantante ha problemi con la droga, ma non sarebbe in pericolo di vita. Quali sono le sue condizioni di salute?

Demi Lovato in ospedale, ecco perchè

La cantante Demi Lovato è stata ricoverata in ospedale per una sospetta overdose di eroina. Nonostante il sito TMZ  abbia dato la news, il suo portavoce e la famiglia sottolineano che alcune informazioni riportate non rispecchino la realtà dei fatti. Ma si chiede privacy per evitare ulteriori speculazioni. Per ora, la priorità è la salute della ragazza e il suo recupero.

Anche una star da 69,6 milioni di followers su Instagram, 6,2 milioni su Twitter e più di 37 milioni su Facebook può avere dei momenti di sconforto, e Demi Lovato non è nuova alla droga. Secondo le ultime informazioni trapelate, al momento la cantante statunitense è sveglia e cosciente, con accanto la sua famiglia. Ci tiene a ringraziare tutti i fans e coloro i quali che, con amore, la sostengono con le preghiere.

Demi Lovato, patto rotto dopo 6 anni

TMZ riporta che Demi Lovato è stata trasportata d’urgenza in un ospedale dell’area di Los Angeles poco prima di mezzogiorno, ora locale. Da qualche tempo la star 25enne era instabile e il Daily Mail aveva scritto di un ricovero in una clinica per la riabilitazione dalle dipendenze, ma che è stata vista uscire visibilmente ubriaca da un locale hollywoodiano. Prima di questo episodio aveva licenziato il suo manager, Phil McIntyre nonostante la tournèe. Probailmente, i due hanno avuto un pesante alterco a causa dei problemi di lei con la droga e l’alcool.  Il mese scorso, Demi Lovato aveva pubblicato il singolo Sober, in cui si scusava per aver rotto il suo voto di sobrietà dopo 6 anni.

Demi Lovato e le dipendenze

Nel 2011, divenuta redattrice per la rivista Seventeen, aveva scritto un articolo in cui descriveva la sua battaglia e da allora la giovane star aveva lottato a più riprese contro la sua dipendenza da droghe e alcol, che l’avevano costretta anche a un periodo di riabilitazione. Per sensibilizzare i giovani su questo argomento, aveva girato per MTV un documentario in cui raccontava le sue esperienze mentre si trovava in clinica. Nel febbraio del 2012 fu ricoverata in un ospedale di Palm Springs dopo aver tentato il suicidio con delle pillole.In merito a questo ultimo episodio, TMZ riporta inoltre che la polizia del dipartimento di Los Angeles ha risposto a una chiamata d’emergenza proveniente da un edificio sulle colline di Hollywood. Al momento non si conoscono le condizioni dell’artista, che a 25 anni, non è la prima volta che deve fare i conti con le droghe.

Chi è Demi Lovato

La star americana è nata ad Albuquerque, in Nuovo Messico, il 20 agosto 1992. La sua famiglia è di origini messicane, irlandesi e italiane. Demi Lovato ha fatto il suo esordio nel mondo dello show-biz a soli 7 anni con la serie Barney & Friends ma si è fatta conoscere al grande pubblico grazie al film, prodotto dalla Disney, Camp Rock nel 2008, in cui interpretava la protagonista Mitchie Torres al fianco di Joe Jonas, frontman dei Jonas Brothers. Il debutto della stellina Disney nel mondo della musica arriva poco dopo con il suo primo album, Don’t Forget, al quale ne seguiranno altri cinque, tra cui Confident che le valse la prima e unica candidatura ai Grammy Awards.

Nel 2017 ha prestato la sua voce a Puffetta per la Sony  nel film d’animazione I Puffi – Viaggio nella foresta segreta. In Italia siè esibitaper la prima volta lo scorso 27 giugno sul palco della Unipol Arena di Bologna, unica tappa del suo Tell me you love me World Tour.

Pensare che solo due giorni fa aveva scritto su Twitter che era al lavoro sul nuovo album in studio di registrazione e di non essere mai stata più orgogliosa di una sua canzone, parlando probabilmente del singolo in prossima uscita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.