Denise Pipitone, intercettazione inguaia Anna Corona: “Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise”

By | 6 dicembre 2014

Il caso della scomparsa di Denise Pipitone torna alla ribalta. Il capo dei pm, Alberto Di Pisa, vuole fare luce sulla vicenda dopo aver ascoltato l’intercettazione telefonica tra le sorelle Jessica e Alice Pulizzi.

Dopo aver eliminato i rumori di sottofondo, gli esperti sarebbero riusciti ad ascoltare parole agghiaccianti. “Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise“, avrebbe asserito la sorellastra Jessica ad Alice.

“A mamma l’ha uccisa a Denise?”, avrebbe domandato Alice. Secca la risposta di Jessica: “Tu di sti cosi unn’ha parlari. E’ logico”. La conversazione mette nei guai, indubbiamente, Anna Corona, in merito alla scomparsa della piccola Denise Pipitone, avvenuta il 1 settembre 2004 a Mazara del Vallo.

Pulizzi, lo ricordiamo fu prosciolta in primo grado dall’accusa di sequestro di persona, sebbene i pm Francesca Rago e Sabrina Carmazzi avessero chiesto 15 anni di reclusione.

Anna Corona, la madre, fu indagata per concorso in sequestro, ma la Procura reclamò l’archiviazione del procedimento sebbene l’avvocato Giuseppe Frazzitta, difensore di Piera Maggio, avesse dimostrato che la donna si rese utile successivamente al rapimento.

loading...

Il perito della difesa ritiene che la frase in cui viene accusata la mamma di Jessica non si capisce bene, e che i termini “Tu di sti cosi unn’ha parlari” attengono ad altro. Il prossimo 16 gennaio si terrà una nuova udienza, nel corso della quale verrà sentita Alice Pulizzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *