Deputata Lega Nord presa a schiaffi da uomo di colore

By | 31 marzo 2018

deputata-covolo-aggredita-PadovaMassimo Bitonci, ex sindaco di Padova, ha voluto raccontare su Facebook un fatto che ha scatenato molte polemiche. La neo deputata della Lega Nord Silvia Covolo sarebbe stata presa a schiaffi da un uomo di colore nei pressi della stazione di Padova. Un’aggressione in piena regola quella subita dalla leghista. Il post di Bitonci è stato poi eliminato dal popolare social in blu.

Il messaggio di Bitonci

Bitonci ha scritto su Fb, corredando il post con l’immagine dell’aggressore: ‘Qualche minuto fa in stazione dei treni a Padova Silvia Consolo, neo parlamentare, mentre stava uscendo, assieme al sottoscritto e Germano Rachella (noi due 10 metri più avanti) è stata picchiata con uno schiaffo in pieno volto da un uomo di colore che sono riuscito a fotografare. Dopo lo schiaffo è scappato assieme ad altri 2 sempre stranieri di colore. Abbiamo fermato ed avvisato due agenti della Polizia Locale, che stanno effettuando le indagini’.

Il racconto della deputata leghista

Ha voluto parlare della disavventura nelle vicinanze della stazione di Padova anche la stessa deputata della Lega: ‘Avevo valigia, borsa e zaino. Stavo camminando a una decina di metri dai miei colleghi con cui ero arrivata a Padova da Roma, gli onorevoli Bitonci e Racchella, che erano poco più avanti. Si sono avvicinati in tre e mi hanno colpita. Io chiaramente ho urlato il mio disappunto, così i due colleghi si sono accorti che stava succedendo qualcosa. Eravamo subito fuori la stazione. Poi questi si sono avvicinati, visibilmente alterati, ma quando Massimo Bitonci ha palesato l’intenzione di chiamare la Polizia se la sono data a gambe’.

Un episodio increscioso su cui si indaga e di cui ha parlato anche Lorenzo Fontolan, comandante della Polizia locale: ‘Questa sera poco dopo le 19 un’autopattuglia in servizio nel comparto stazione è stata fermata nel piazzale da alcune persone, tra le quali il senatore Massimo Bitonci, che volevano effettuare una segnalazione. Nello specifico l’onorevole Bitonci riferiva ai due agenti di una aggressione, consistente in alcuni a schiaffi che l’onorevole Silvia Covolo, in quel momento insieme a lui, aveva subito poco prima nei pressi dello scalo ferroviario’.

loading...

Bitonci è rimasto scandalizzato non solo per l’aggressione ma anche dell’assenza di persone a cui chiedere aiuto: ‘Ho dovuto sbracciarmi per farmi vedere da una macchina della Polizia municipale. Non si devono verificare episodi di questo genere’.

Ragazzi tipo rasta

Silvia Covolo ha scelto di non presentare una denuncia perché ‘avrei dovuto farla contro ignoti, che senso avrebbe avuto?’. La deputata avrebbe fornito informazioni importanti per ricostruire l’identikit degli aggressori. Lo ha detto il comandante Fontolan: “Covolo ha dichiarato ai due agenti che gli autori dell’aggressione erano dei giovani ‘tipo rasta’. I due poliziotti, dopo aver chiesto se fosse necessario l’intervento dei sanitari o se vi fossero altre necessità come sporgere una denuncia, e ottenuta risposta negativa, hanno accuratamente perlustrato a piedi la zona e le aree circostanti, non rintracciando tuttavia persone con le caratteristiche indicate. Del fatto la Polizia locale ha informato anche gli uffici della questura per eventuali ulteriori accertamenti’.

La Covolo, per ora, non vuole sporgere denuncia. Le indagini comunque proseguono per scoprire gli aggressori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *