Dipendenza dai selfie porta depressione e disorientamento: 6 indiani in cura

By | 9 gennaio 2017
loading...

Ormai, complici smartphone e web, gran parte delle persone tende a farsi selfie ovunque. Per molti quella dell’autoscatto sta diventando una vera mania. Attenzione, però, a non diventare una dipendenza il piacere dei selfie. In India, ad esempio, 6 ragazzi sono finiti in ospedale a causa di disturbi psichiatrici legati all’uso compulsivo degli smartphone. Molti hanno già coniato il termine ‘selficidio’ per indicare le conseguenze negative dei selfie.

Molti non sanno di essere dipendenti dai selfie

Il tabloid Mail Today ha voluto dare rilevanza alla dipendenza dai selfie in India, partendo dall’episodio di una 18enne ricoverata per un difetto al naso e, successivamente trasferita nel reparto di psichiatria. Nand Kumar, psichiatra indiano, ha affermato che 3 persone, tutti giovani, sono sotto osservazione in ospedale perché non riuscivano a vivere senza mettersi in posa continuamente davanti ai loro smartphone. Gli esperti sottolineano che molte persone, nel mondo, sono dipendenti dai selfie ma non lo sanno. Inoltre, tali soggetti non riescono a spiegarsi perché sono depressi e spesso disorientati.

La mania per gli autoscatti è un disturbo mentale

L’associazione psicologia americana ha dichiarato che il 60% delle donne dipendenti dai selfie non si rende conto di avere un grave disturbo di ordine psicologico. Selfie sì ma non esagerare. Ricordiamo che il pallino per i selfie è stato annoverato ufficialmente, un paio di anni fa, tra i disturbi mentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *