Cronaca

Dodicenne intrappolato sott’acqua per 9 minuti: salvo per miracolo

Carolina del Sud, dodicenne rischia annegamento in piscinaUn ragazzino di 12 anni ha sfiorato la morte in una piscina della Carolina del Sud. Un video ripreso dalle telecamere di videosorveglianza mostra il terribile momento in cui i soccorritori fanno il possibile per salvare il dodicenne, bloccato sott’acqua per 9 minuti. Il giovane aveva la gamba intrappolata e non riusciva a liberarsi.

Dodicenne salvato con la respirazione bocca a bocca

Un uomo, anzi un eroe, è riuscito a salvare il minorenne, sottraendolo a a un vero calvario. Come ha fatto? Con la respirazione artificiale. Poi sono arrivati i servizi di emergenza. Il filmato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza mostra due ragazzi che giocano nella piscina dell’Avista Resort, a North Myrtle Beach, lo scorso 19 marzo 2018.

Il dodicenne e un suo amico avevano rimosso la griglia di sicurezza; poi il primo si era messo ad esplorare il tubo di aspirazione ma la sua gamba era rimasta intrappolata. L’amico, agitato e impaurito, aveva cercato di liberarlo, senza però riuscirci. Successivamente aveva chiesto aiuto agli adulti. Questi si sono tuffati in piscina e uno di essi è riuscito, mediante la respirazione artificiale, a salvare il dodicenne.

Minorenne trasportato in ospedale

Senza l’adulto eroe il ragazzino americano sarebbe affogato. Gli agenti del dipartimento di polizia di North Myrtle Beach erano stati chiamati alle 21.30 e si erano precipitati in quella piscina. Gli operatori sanitari, anche loro accorsi tempestivamente, avevano trasportato il dodicenne in ospedale per accertamenti.

Gli agenti hanno affermato che il giovane è vivo, senza però rivelare alcuna informazione sulle sue condizioni di salute. Si sa solo che è alto circa 1,20 m e pesa 32 kg. Gli investigatori hanno affermato che, quando erano arrivati in quella piscina, il minorenne era bloccato sott’acqua.

Incidente all’Avista Resort

Secondo un rapporto della Polizia, la gamba del giovane è stata risucchiata nella linea di aspirazione di 15 cm dopo la rimozione della griglia che la copriva. L’incidente è avvenuto presso l’Avista Resort che è uno dei migliori hotel fronte mare di North Myrtle Beach. Nella struttura ricettiva ci sono sia piscine interne che esterne.

Joseph Tanner, capo del soccorso antincendio della contea di Horry, ha detto a Myrtle Beach Online riguardo al salvataggio del dodicenne: ‘Gli è stata data una rianimazione subacquea bocca a bocca dalla prima persona che lo ha trovarlo in piscina, che non era uno dei nostri soccorritori, qualcuno che soggiornava presso il resort’.

‘Il fatto che fosse vivo quando è stato trasportato all’ospedale può essere attribuito soprattutto al fatto che diverse persone coinvolte nell’incidente lo hanno aiutato, gli hanno dato la respirazione bocca a bocca mentre era sott’acqua’ ha aggiunto Tanner.

Tragedia evitata in una piscina di Pavullo

Gli incidenti in piscina non sono rari e non avvengono solo in Italia. L’anno scorso a Pavullo, in provincia di Modena, era avvenuto un episodio simile a quello di cui abbiamo appena parlato. Un bimbo di 11 anni aveva rischiato di morire nella vasca di arrivo dello scivolo per la rottura di due griglie di aspirazione dell’acqua situate in un angolo della vasca. Il minore era stato risucchiato.

‘In un angolo della vasca si trovano due bocchette circolari del diametro di circa 10/15 centimetri. La zona è delimitata da una catena in superficie, per non far accedere le persone. E ci sono due griglie di protezione’, aveva raccontato Raffaele Della Casa, vicepresidente dell’azienda che gestisce gli impianti sportivi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.