Dolores O’Riordan morta per overdose di Fentanyl

By | 27 gennaio 2018

Cranberries, O'Riordan uccisa dal FentanylLa leader dei Cranberries, Dolores O’Riordan è morta per intossicazione da Fentanyl lo scorso 15 gennaio 2018. Lo ha comunicato una fonte della polizia di Londra. Gli investigatori avrebbero trovato Fentanyl contraffatto vicino al letto dell’artista 46enne. La conferma arriverà comunque a breve, con il dossier tossicologico. Dolores voleva suicidarsi oppure l’overdose è stato casuale? La frontwoman dei Cranberries si sposò con Don Borton ex tour manager dei Duran Duran, nel 1994. Dall’unione nacquero 3 figli. Poi il rapporto iniziò ad incrinarsi e nel 2014 arrivò il divorzio. La fine della storia d’amore dopo l’ennesimo overdose di droga. Da quel momento in poi, la vita della O’Riordan non era stata più la stessa. L’artista aveva avuto un forte calo.

Dolores spesso aggressiva

Quattro anni fa, Dolores venne arrestata e condannata dopo aver offeso e aggredito alcuni membri dell’equipaggio di un aereo Aer Lingus, diretto a Shannon.

Dolores si scagliò contro hostess e steward ma quando l’aereo atterrò venne arrestata. Nonostante le manette, la cantautrice diceva di avere ragione, urlando: ‘Sono la regina di Limerick! Sono un’icona!’. Successivamente, confessò di essere molto stressata. Dolores era stanca di vivere in diversi hotel di New York. Un trend iniziato dopo la fine del matrimonio.

Il disturbo bipolare

L’anno scorso, la 46enne aveva parlato pubblicamente del suo disturbo bipolare e della sua lotta per contrastarlo. Dolores aveva confessato che la brutta malattia le era stata diagnosticata due anni prima.

L’anno scorso i Cranberries erano stati costretti a cancellare la seconda parte del tour per presunti ‘problemi alla schiena’ della O’Riordan. Alla fine dell’anno scorso, le condizioni di salute dell’artista irlandese sembravano migliorate, visto che si era anche  esibita a un evento privato.

Stroncata dal Fentanyl come Prince

loading...

Ad uccidere la popstar irlandese dunque sarebbe stato il Fentanyl. Dolores O’Riordan è morta di overdose di Fentanyl come altre star della musica del calibro di Tom Petty, Prince e Lil Pep.

Il decesso, inaspettato, di Dolores O’Riordan ha sconvolto il mondo della musica. Lutto in Irlanda. Addolorate tante personalità, come il presidente irlandese Michael D. Higgins, uno dei primi ad esprimere il suo cordoglio per la morte della leader dei Cranberries.

Tanti esponenti del mondo della musica, nei giorni scorsi, hanno omaggiato la cantante irlandese sui social, come Hozier, Dave Davies e Kodaline.

La carriera solista

Dolores O’Riordan è stata la voce dei Cranberries per 13 anni; poi, nel 2003, la band decise di prendersi una pausa. La reunion arrivò nel 2009. Dolores profittò della pausa per iniziare un percorso solista, durante il quale fece uscire i dischi ‘Are You Listening ?’ e ‘No Baggage’.

La musica era tutto per la voce dei Cranberries. La O’Riordan vestì anche i panni di giudice nel programma The Voice of Ireland di RTÉ (stagione 2013-2014).

La straordinaria e indimenticabile popstar irlandese è morta a Londra, in Inghilterra, durante una sessione di registrazione con i suoi colleghi. Qualcosa è successo nella sua camera d’albergo. Il Fentanyl l’ha portava via da questo mondo. Per sempre.

Fentanyl: rischio overdose

Il Fentanyl è un farmaco usato di solito contro il dolore cronico. Può uccidere. Il rischio overdose è alto.

La Drug Enforcement Administration aveva lanciato un allarme Fentanyl, l’anno scorso, ricordando che tale medicinale ‘è una minaccia per la salute e la sicurezza pubblica’. L’amministrazione aveva ribadito che sempre più persone stavano perdendo la vita a causa di overdose di Fentanyl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *